Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Claudio | 06/08/2008 23/08/2008 | 2 | 1190

Dai Castelli della Loira al Mediterraneo

Mercoledì 06 Agosto 2008

Pernottamento: Mâcon (Francia)

Racconto della giornata:

Partiamo dopo pranzo, pronti a macinare chilometri su chilometri per arrivare il più lontano possibile. Dopo 300 chilometri, al Monte Bianco, lasciamo l'Italia. Nessuna coda e solo un forte acquazzone poi tutto tranquillo. Passati in territorio francese, usufruiamo della costosa rete autostradale transalpina fino ad arrivare a Mâcon, un piccolo centro nel cuore della Borgogna. Appena fuori dall'autostrada troviamo il campeggio Mâcon **** pulito e verde al costo di Euro 14,00. Ci sistemiamo che sono ormai le 7 e mezza, doccia, mangiamo e poi facciamo un giro nel camping perché il centro é abbastanza lontano. Domani nuova tappa di trasferimento.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Giovedì 07 Agosto 2008

Pernottamento: Sully-sur-Loire (Francia)

Città visitate: Sully-sur-Loire (Francia)

Racconto della giornata:

Secondo giorno di trasferimento, vogliamo già arrivare in serata in zona Castelli della Loira, ma prima sosta a Troyes, con deviazione di circa 100 chilometri, per fare acquisti all'Outlet della città, il McArthur Glen. Alle 8 e mezza siamo già in marcia ed arriviamo ad Auxerre dove usciamo dall'autostrada e prendiamo la strada normale, non c’è traffico e seguendo le indicazioni trovate su internet arriviamo all’Outlet alle 12:30. L'Outlet ha oltre 200 negozi in circolo, ma l'unico davvero interessante, che vale la visita, é Ralph Lauren che ha buoni prezzi ed un'ampia scelta di vestiti e comunque non vecchie collezioni, come invece hanno gli altri negozi. Non ci fermiamo molto, il tempo di visitare 2/3 negozi mirati e fare un giro per l'anello intorno al quale sono sistemati gli altri. Non molto soddisfatti lasciamo Troyes per imboccare la N60 per Sens e poi Montargis quindi prendiamo per Sully-sur-Loire. Passiamo un brutto temporale, che poi scopriamo aver tolto la corrente a molte zone e fatto cadere parecchi rami, e arriviamo al campeggio a Sully, il camping Hortus le Jardin de Sully (Route d'Orléans, 45600 Saint Père sur Loire), ci sistemiamo lontano dagli alberi,...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Venerdì 08 Agosto 2008

Pernottamento: Amboise (Francia)

Città visitate: Chambord (Francia), Chenonceaux (Francia), Cheverny (Francia), Saint-Benoît-sur-Loire (Francia)

Racconto della giornata:

Nella notte ha piovuto e fatto abbastanza freddo tant'é siamo passati dal lenzuolo al sacco a pelo. Partiamo alle 9 verso Chambord, ma prima ci fermiamo a St-Benoit-sur-Loire dove compriamo la nostra prima baguette e dove si erge la basilica che é uno degli edifici romanici più famosi di Francia. Costruita intorno al 650 dai monaci benedettini visse lungo la storia momenti alterni ed é stata anche distrutta e quindi restaurata all'inizio del '900. La visita é veloce e possiamo ripartire verso Chambord che dista circa 90 chilometri. Ci mettiamo un po’ facendo tutte strade normali ed arriviamo a destinazione solo alle 12.30. Il cielo é plumbeo, ha appena piovuto ed allora decidiamo di mangiare in attesa di variazioni. Siamo fortunati e dopo un'ora spuntano i primi timidi raggi di sole, così possiamo andare alla scoperta del castello, il più grande dei castelli della Loira. Il castello è all'interno di un dominio boscoso di 5440 ettari, circondato da un muro di cinta lungo ben 32 chilometri che lo rende il più grande parco forestale chiuso d'Europa. Il castello è stato costruito tra il 1519 ed il 1547 nei pressi di una curva del fiume Cosson. È un capolavoro...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Sabato 09 Agosto 2008

Pernottamento: Chinon (Francia)

Città visitate: Amboise (Francia), Azay-le-Rideau (Francia), Chinon (Francia)

Racconto della giornata:

Facciamo un giretto per Amboise che scopriamo al risveglio. I negozi stanno aprendo e le strade iniziano a riempirsi. Prendiamo l'immancabile baguette ed il dolce e facciamo una breve esplorazione delle strade centrali. Torniamo al camper e riprendiamo la strada per il castello di Azay-le-Rideau, oltre Tours, sull'Indre, per noi il vero gioiello della valle della Loira. Il castello del primo Rinascimento (1518-1529) si specchia sulle acque dell'Indre é, come gli altri, visitabile e circondato da un grande parco verde. Passiamo anche da Ussé, ma non c’é spazio per fermarsi così scattiamo solo qualche foto e ripartiamo per la nostra ultima meta, la cittadina di Chinon dove passiamo la notte nel campeggio Intercommunal de l'Ile Auger **. Arriviamo nel pomeriggio così abbiamo anche tempo per riposare e prendere un po’ di sole. Facciamo tutto con calma e la sera usciamo per fare un giro nella città, oltre il fiume Vienne, ai piedi dell'altura su cui rimangono gli imponenti resti della rocca medioevale dove nel 1429 si incontrarono Giovanna d'Arco e Carlo VII. Ci sono diversi ristorantini interessanti e ci lasciamo tentare dalle crepes che annaffiamo con del buon cidro di...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Domenica 10 Agosto 2008

Pernottamento: Chasseneuil-du-Poitou (Francia)

Racconto della giornata:

Lasciamo i castelli della Loira e cambiamo il nostro iniziale itinerario rimettendoci in strada per il Parco di Futuroscope, vicino a Poitiers. Pensavamo fosse un vero e proprio parco di divertimenti, invece ha un carattere più scientifico. Dal 1987 ha ospitato oltre 35 milioni di visitatori ed é all'interno di un parco tecnologico con oltre 2000 ingegneri/ricercatori. Il Parco apre alle 10 e chiude alle 23 con lo spettacolo finale alle 22.30. Il camper si lascia nel parcheggio attrezzato e giorno e notte costa 8 Euro. L'ingresso adulti invece é di 33 Euro per circa 20 attrazioni o "esperienze" come piace dire a loro. Il Parco é stato un pò deludente, niente montagne russe o giochi da parco tematico, ma tantissimo cinema 3D ("Les mondes virtuels", "Le animaux du futur", "Sous les mers du monde", "Le défi d'Atlantis" e "Les ailes du courage"), Imax ("Dinosaures", "Expédition Nil Bleu" e "Voyageurs du ciel et de la mer"), planetari ("Destination Cosmos") e realtà virtuale. Gli edifici sono avvenieristici, ma le attrazioni, che si possono comodamente visitare in una giornata, lo sono un po’ meno. Dopo aver cenato in camper rientriamo nel parco per assistere anche allo...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Lunedì 11 Agosto 2008

Pernottamento: Dolus-d'Oléron (Francia)

Città visitate: La Rochelle (Francia)

Racconto della giornata:

Ci svegliamo alle 8 con il cielo coperto, ci mettiamo in sesto e paghiamo i 12 Euro del parcheggio ed usciamo dal Parco per fare un pò di spesa nel vicino centro commerciale dove approfittiamo anche del gasolio a 1.270 Euro/l. Lasciamo Poitiers ed andiamo verso il mare con direzione La Rochelle che raggiungiamo, via strada normale, verso mezzogiorno. Lasciamo il camper al porto vecchio dove parte, ogni dieci minuti, una navetta gratuita verso il centro. Il parcheggio costa 5 Euro e vi troviamo parecchi camper. Dopo pranzo andiamo a La Rochelle, delizioso vecchio porto con strade medioevali, oggi maggior porto turistico della Francia Occidentale. Scopriamo un vivace centro di vacanza pieno di caffé e ristoranti affollati. Peccato le nuvole. Tornati al camper riprendiamo la strada verso la nostra meta: l'Ile d'Oléron. Collegata alla terra ferma da un ponte gratuito, é la seconda isola di Francia dopo la Corsica. Saliamo verso il centro, in direzione Saint-Pierre e poi svoltiamo per La Cotiniere. Le strade sono strette ed il rischio di rimanere imbottigliati con il camper alto. Ci infiliamo nel primo campeggio libero a La Perroche (nel comune di Dolus-d'Oléron), il camping "La...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Martedì 12 Agosto 2008

Pernottamento: Royan (Francia)

Città visitate: Royan (Francia)

Racconto della giornata:

Ci svegliamo con le nubi e piuttosto di rimanere fermi oggi che speravamo di riposare un po’ paghiamo e lasciamo la piazzola. Non vogliamo fare troppa strada così scegliamo una meta intermedia a circa 70 chilometri, Royan. Sulla strada ci permettiamo di comprare 3 litri di cozze (così le vendono) a nove Euro, così per la sera siamo a posto. Arrivare a Royan e trovare un parcheggio é un'impresa tra traffico e scarse segnalazioni. La cittadina scopriamo essere una rinomata località balneare all'estuario della Gironda, famosa per aver lanciato nel XIX secolo la moda dei bagni di mare, con diverse spiagge tra le quali quella di Pontaillac, tra due scogliere, dove si trova anche il Casinò e vicino al nostro campeggio. Il camping si chiama Clairefontaine **** ed é un falso quattro stelle. Servizi così così, elettricità che va e viene, non sul mare, una piccola piscina il tutto a ben 35 Euro. Ci sistemiamo e andiamo in spiaggia dopo pranzo (verso le cinque), la spiaggia é super affollata, ma un rapido acquazzone fa scappare molti. Torniamo a preparare la cena a base di cozze e patatine fritte. Le puliamo e le cuciniamo con cipolla, vino bianco e prezzemolo. Molto buone. Ne...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Mercoledì 13 Agosto 2008

Pernottamento: La Teste-de-Buch (Francia)

Racconto della giornata:

Il tempo é incerto, come sempre. Nella notte ha piovuto ed ora sembra molto variabile così decidiamo di lasciare il camping per il sud dove speriamo di essere più fortunati. Imbocchiamo la strada nazionale ed a parte una breve sosta per rifornimento puntiamo direttamente al Bacino di Arcachion. Facciamo un po’ di coda, ma alla fine arriviamo a Pyla sur Mer (nel comune di La Teste-de-Buch) e ci infiliamo nel primo camping disponibile, la Forêt ***. Il posto é bello, con piazzole separate, piscina, una pineta e servizi buoni e poi siamo proprio sotto la duna. Mi riferisco ovviamente alla Duna de Pilat, la più alta duna di sabbia d'Europa, ben 150 metri s.l.m.. Ce ne siamo accorti nel pomeriggio quando l'abbiamo scalata. Che fatica, ma dalla sua cima la vista é davvero mozzafiato: da un lato la foresta, o pineta, che si estende a perdita d'occhio, e dal'altro l'oceano ed in lontananza le cittadine di mare di Cap Ferret, Arcachion e Pyla sur Mer. Verso le sette scendiamo, ci facciamo la doccia e ci prepariamo la cena alla brace. Ottima.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Giovedì 14 Agosto 2008

Pernottamento: La Teste-de-Buch (Francia)

Racconto della giornata:

Fermi. Finalmente fermi. Il tempo non é amico ed anche oggi é tutto coperto, ma decidiamo ugualmente di non spostarci e di stare un po’ tranquilli. Nessuna sveglia e giretto in bici fino a Pyla sur Mer che dista circa sei chilometri e che in realtà non ha un vero e proprio centro, anzi c'é solo una rotonda con un piccolo supermercato. Nel pomeriggio riposo assoluto nella speranza di un raggio di sole, invece arriva l'acquazzone e solo in serata migliora. Salgo allora dopo cena sulla duna nella speranza del tramonto invece trovo la pineta immersa nella foschia, nuvoloni minacciosi all'orizzonte ed un temporale incombente. Il tempo é stato davvero tiranno.

Venerdì 15 Agosto 2008

Pernottamento: Pau (Francia)

Racconto della giornata:

Avevamo programmato una giornata di brevi spostamenti invece eccoci a fare oltre 200 chilometri. Il problema é doppio: il tempo brutto ed instabile e i camping completi. Decidiamo per strada di salutare l'Oceano e di rivolgerci verso Pau. La strada é lunga e solo verso le 18 arriviamo nel camping municipale di Pau. Paura. Semivuoto, brutte facce, servizi inguardabili tanto che avevamo la mezza idea di andarcene, poi sono arrivati altri due camper e una tenda di ragazzi e ci siamo un po’ tranquillizzati. Giornata di transito senza molto da segnalare.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Sabato 16 Agosto 2008

Pernottamento: Lourdes (Francia)

Città visitate: Lourdes (Francia)

Racconto della giornata:

Dopo la notte quasi insonne di Pau, alle 8 lasciamo il campeggio con estremo piacere e ci dirigiamo via strada normale a Lourdes, che dista solo qualche decina di chilometri. Giriamo un po’ per trovare il campeggio e ne scartiamo diversi, uno é praticamente un campo nomadi, quello che ci ispira di più é un po’ distante dal centro, ma almeno sembra tranquillo. Si chiama Camping d'Arrouach ed é un piccolo campeggio a conduzione familiare in cima alla collina. Non costa molto, i servizi sono puliti e la doccia ottima. Nel sistemarci rischiamo di rimanere bloccati perché il terreno é in pendenza e l'erba bagnata. Scampato il pericolo ci sistemiamo alla meglio e prendiamo. Alle 12.40 ci incamminiamo per il centro dove arriviamo dopo mezz'ora. Che fatica. Lourdes attira milioni di fedeli da tutto il mondo ed é piena di alberghi e ristoranti, un traffico micidiale e bancarelle di souvenir ad ogni angolo. Questo é l'anno del giubileo, sono passati 150 anni dalla prima apparizione a Bernardette nel 1858 ed a settembre verrà in visita anche il Papa. Andiamo direttamente alla basilica e ci mettiamo in fila per entrare nella grotta dove é avvenuta l'apparizione della Madonna, la...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Domenica 17 Agosto 2008

Pernottamento: Andorra la Vella (Andorra)

Città visitate: Andorra la Vella (Andorra)

Racconto della giornata:

Lasciamo Lourdes di buon'ora dopo aver dormito poco a causa del temporale e prendiamo per Tolosa e poi la nazionale per Foix in direzione Andorra. La nostra prossima meta é il piccolo principato tra Spagna e Francia incastonato tra i Pirenei. La strada é lunga e tortuosa, con rallentamenti, un passo e un tunnel (a pagamento Euro 10,50), solo alle 14 arriviamo nella piccola capitale e ci infiliamo nell'unico camping visto lungo la strada, il Valira a 23 Euro. Piccolo, ma ben curato, ci sistemiamo nella piazzola e pranziamo. Verso il secondo pomeriggio lasciamo il camping e ci incamminiamo per il centro. La domenica sembra tutto chiuso e deserto poi arriviamo nella strada principale. Un susseguirsi di negozi duty free uno dopo l'altro. Una sorta di Livigno in grande stile. Elettronica, sigarette, alcool e profumi a prezzi ridotti e decine di negozi che offrono tutti le stesse cose. Nessun monumento o elemento storico, solo negozi dove fare shopping. Personalmente non me l'aspettavo così Andorra. Giriamo un po’ la cittadina fino alle sette e mezza e poi andiamo a cena fuori al ristorante Don Denis, dove prendiamo il menù turistico con la paella. Non male, ma niente di speciale,...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Lunedì 18 Agosto 2008

Pernottamento: Leucate (Francia)

Racconto della giornata:

Prima di lasciare Andorra facciamo il pieno cercando di farci stare più gasolio possibile. Il prezzo è fisso in tutto il Principato, ma costa meno nei distributori centrali che non in quelli frontalieri. Il prezzo è comunque ottimo: 1,086 Euro/litro. Per noi è fantascienza. Avevamo letto dei controlli e in effetti alla dogana fermano praticamente tutti camper, ma quello che cercano sono sigarette ed alcolici. Non salgono nemmeno in camper e giusto il tempo di scendere e ripartiamo. Pensavamo la strada fosse migliore, ma per arrivare a Perpignan ci sono circa 50 chilometri in Francia di salite e discese con strade abbastanza strette e piene di lavori. Invece di impiegarci 4 ore ce ne vogliono 6. Non eravamo più abituati alla colonnina sopra i 30 gradi. Mangiamo nel parcheggio di un supermercato e quindi riprendiamo la strada volendo arrivare e sistemarci il prima possibile. Passiamo Perpignan e prendiamo per Le Barcares, ma non ci sono molte strutture così proseguiamo fino ad arrivare al Camping Rives des Corbieres *** a Port Leucate. Costa 17,80 Euro e ci sistemano in una bella piazzola separata da alberi, vicino ai servizi e non lontana dalla piscina del campeggio. Andiamo...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Martedì 19 Agosto 2008

Pernottamento: Frontignan (Francia)

Racconto della giornata:

Dopo una notte con i vicini che litigavano mezzi ubriachi lasciamo il campeggio di Leucate verso Frontignan. In realtà la nostra intenzione era quella di tornare ad Agde dove alcuni anni fa avevamo trovato un bel campeggio vicino al centro. Ci proviamo, ma è davvero impossibile trovare posto, tutti i campeggi sono completi. Abbandoniamo l’idea e ci dirigiamo più a nord, ma la situazione campeggi non migliora. A Frontignan ne passiamo tre completi prima di trovare posto al Camping Mediterranee ** (Frontignan) che a 13,44 Euro offre una buona piazzola e che è a 500 metri dal mare. Meno male perché stavamo perdendo le speranze. Ci sistemiamo e quindi riusciamo ad andare in spiaggia in quanto le condizioni meteo nel frattempo sono migliorate e c’è un timido sole. Il nostro obiettivo in questa tappa era la cena e facciamo un respiro di sollievo quando scopriamo che il nostro ristorante a volontà, che si chiama El Paso (avenue d’Ingril 67, Frontignan), è ancora aperto e che negli anni si è ingrandito e consolidato. Offre diversi menù a volontà, ma noi scegliamo le cozze e patatine fritte ad 8 Euro e 90 centesimi. Partiamo convinti e ci facciamo rabboccare il contenitore...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Mercoledì 20 Agosto 2008

Pernottamento: Hyères (Francia)

Racconto della giornata:

Lasciamo Frotignan ed il nostro camping d'emergenza per puntare alle Porquerolles nostra meta principe di fine vacanza. Prendiamo l'autostrada a Montpellier e seguiamo prima la A54 e poi l'A8 evitando Marsiglia e Tolone. Facciamo infatti strada normale uscendo a St-Maximin risparmiando circa 30 chilometri. Peccato che poi li recuperiamo tutti girando alla ricerca di un camping. All'ingresso di Hyères c'é un centro informazioni in cui ci indirizzano verso tre camping con spazi ancora liberi. Inizia la ricerca. Quello in cui speravamo di andare é pieno e quello vicino all'imbarco anche. Ne proviamo altri cinque e sono tutti pieni!! Meno male che abbiamo la cartina così almeno non perdiamo tempo e puntiamo a Les Salins, a nord, al camping Port Pothuau ***. Siamo disperati e pur costando circa 40 Euro, che non vale, entriamo e ci sistemiamo. Sono le tre quando mangiamo. Nel pomeriggio definiamo i piani per domani e prendiamo le bici e andiamo al vicino camping Capricorne (che costa meno) a chiedere se hanno spazio per domani e facciamo una sorta di prenotazione promettendo di esserle lì entro le 20. Contenti andiamo in spiaggia un paio d'ore in bici e quindi facciamo rifornimento...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Giovedì 21 Agosto 2008

Pernottamento: Hyères (Francia)

Città visitate: Île de Porquerolles (Francia)

Racconto della giornata:

Alle 7 siamo già in piedi per lasciare il campeggio ancora addormentato e trovare posto facilmente vicino al porto a La Tour Fondue in fondo alla penisola. Sono ben 15 i chilometri infatti che ci separano dall'imbarco e non si potevano fare se non in camper. Al porto ci sono solo parcheggi a pagamento e quindi o si lascia il mezzo lì o si parcheggia lungo la strada o, come noi, insieme ad altri camping a circa un chilometro fuori da un camping. Facciamo colazione e poi con le nostre bici andiamo verso il porto per prendere il traghetto delle 8 e trenta. Sorpresa amara quella dei biglietti, infatti, l'andata e ritorno a persona costa 16 Euro, ma le bici ben 12 Euro l'una. Tanto. Ci imbarchiamo subito e arriviamo sull'isola in 15/20 minuti. Sbarcati prima pensiamo di cambiare spiaggia, poi desistiamo così solo dopo un'ora arriviamo a destinazione alla Plage du la Coutarde. E' una spiaggia di sabbia non finissima, una lingua tra la pineta ed il mare che piano piano si riempie durante la giornata. Il mattino il mare é cristallino, non c'é tantissima gente, ma ci sono un po’ di piccole meduse. Mangiamo il nostro panino ancora all'ombra della roccia poi verso le due siamo al...

Leggi tutto »

Venerdì 22 Agosto 2008

Pernottamento: Hyères (Francia)

Racconto della giornata:

La giornata di ieri ci aveva proprio distrutto. Le intenzioni erano le migliori (avevamo già preparato panini e macedonia per l’escursione alle isole), ma ci svegliamo alle sette e prendendo un po’ la scusa che avevo le gambe scottate e decidiamo di non muoverci e di rimanere al campeggio. Stiamo a letto fino a tardi, come si dovrebbe fare in vacanza, ci alziamo e ci rilassiamo un po’ leggendo ed ascoltando musica. Pranzo con quello che avevamo già pronto da ieri e poi verso le quattro prendiamo le bici e andiamo in spiaggia. C’è vento e la spiaggia non è granché, ma ci basta vedere il mare e prendere l’ultimo sole. Torniamo verso le sette e quindi prepariamo la cena. Un po’ di riposo ci voleva davvero, dopo giornate in strada o comunque sempre in movimento.

Sabato 23 Agosto 2008

Racconto della giornata:

Oggi è il giorno del rientro. Sbrighiamo le poche commissioni che ci restano da fare al campeggio e quindi prendiamo l’autostrada in direzione di Toulon e quindi per Nizza. Il traffico è abbastanza regolare, facciamo una mini pausa per mangiare in una piazzola in autostrada e quindi riprendiamo la marcia volendo arrivare a casa per il tardo pomeriggio. Sull’Alessandria troviamo un incidente in galleria, ma la coda è breve. Rifornimento di carburante e via verso casa dove arriviamo verso le cinque e mezza.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »


Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente