Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Claudio | 29/12/2004 05/01/2005 | 4 | 1642

Capodanno a Barcellona

Mercoledì 29 Dicembre 2004

Pernottamento: Salou (Spagna)

Città visitate: Salou (Spagna)

Racconto della giornata:

Si parte da casa all'alba, l'aereo parte da Linate alle 7.15. Check-in in tempo per prendere i posti vicino al finestrino e poi all’imbarco ad aspettare l’apertura. C’é un po’ di nebbia ed é ancora buio quando decolliamo. Ci sono vuoti d'aria per tutto il tragitto che dura poco, in volo niente colazione, anche con Iberia si paga tutto. All’aeroporto El Prat di Barcellona siamo colpiti da un’aria fresca, il tempo é comunque bello e la temperatura tra i 10 e i 15 gradi. Recuperiamo le nostre valigie e andiamo a ritirare la nostra macchina Hertz prenotata con Expedia. Sorpresa: la carta di credito é una carta di debito e non la accettano, lasciamo 500 euro di deposito che speriamo ci restituiscano tra una settimana! Via un po’ preoccupati per l'autostrada verso sud, direzione Tarragona-Salou. Sono 100 Km con la nostra Opel Astra nuova. I pedaggi costano cari, comunque non c’é traffico ed arriviamo senza problemi al Estival Park, un hotel e residence quattro stelle. Bello l’appartamento e tranquillo visto che il complesso (enorme) é occupato forse al 10 per cento. Pranzo, ma dobbiamo fare la spesa così cogliamo l'occasione per fare un giro per il centro di...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Giovedì 30 Dicembre 2004

Pernottamento: Salou (Spagna)

Racconto della giornata:

Sveglia alle 9 e via al Parco divertimenti Portaventura (ex Universal Mediterranea), a 2 km da Salou, con all'interno anche un parco acquatico, Costa Caribe. Il parcheggio costa 5,50 Euro mentre l'ingresso 33, ma noi con la tessera di Parksmania di 8 Euro, paghiamo la metà. All’interno non é possibile portare da mangiare e l'ingresso in inverno é dalle 10 alle 18-19. Queste ore bastano però per girarlo tutto e fare gran parte delle attrazioni visto che le code durano al massimo 5 minuti. Il Parco é suddiviso in aree tematiche (Mediterraneo, Far West, Messico, Cina e Polinesia) ognuno con i suoi giochi e i suoi ristoranti (un’infinità). Sono però giochi movimentati, molte montagne russe (5 se non sbaglio) e pochi giochi “tranquilli”. Comunque la mattina vola e pranzato con un panino il pomeriggio lo riempiamo rifacendo le attrazioni più belle e vedendo due spettacoli, il Can Can Christmas (spettacolo di ballerine all’interno di un saloon del Far West) e un Belin de Pelicola (la simulazione di una trasmissione televisiva, ma tutto in spagnolo). Facciamo poi le foto con Shrek, Woodie e Betty Lu!! I nostri compagni infine sono andati sul Dragon Khan, le montagne...

Leggi tutto »

Links utili:

Venerdì 31 Dicembre 2004

Pernottamento: Salou (Spagna)

Città visitate: Barcellona (Spagna)

Racconto della giornata:

Si dorme fino alle 10 perché la sera sarà lunga e poi via a centro commerciale di Tarragona per le spese (i prezzi sono più bassi che in Italia, anche la benzina). Pranziamo e dopo il riposino si riparte per il Capodanno a Barcellona. Decidiamo di seguire la strada nazionale 430 e non l'autostrada. Il traffico é scorrevole, ma arriviamo in città solo dopo le 18, dopo un'ora e mezza di macchina. Prendiamo la Avenida Diagonal che taglia a metà tutta Barcellona e poi giù per Placa d’Espanya dove cerchiamo un posteggio dove lasciare la macchina. Lo troviamo vicino la Fiera dove sono esposte le macchine della Barcellona-Dakar che prende il via il 1-1-2005 e quindi la zona delle fontane é occupata da camion, moto e macchine. Alle 19 (fino alle 21 il venerdì ed il sabato) inizia lo spettacolo di luci e suoni delle fontane del Montjuic, sotto il Palau Nacional ed in particolare della Fontana Magica, disegnata nel 1929 per l'Esposizione Internazionale con getti di 15m. Davvero un evento (si svolge il venerdì ed il sabato) da non perdere perché dura un venti minuti ed é particolare. Prendiamo quindi la metro, che scopriamo rimanere aperta tutta notte e raggiungiamo (una corsa...

Leggi tutto »

Sabato 01 Gennaio 2005

Pernottamento: Salou (Spagna)

Racconto della giornata:

Recuperiamo un po’ ieri e dormiamo fino a mezzogiorno e decidiamo di rilassarci al Residence andando a provare il centro sportivo passando un pomeriggio tra saune ed idromassaggi. Cena e quindi a nanna.

Domenica 02 Gennaio 2005

Pernottamento: Salou (Spagna)

Città visitate: Barcellona (Spagna)

Racconto della giornata:

Inizia la visita della città e la prima tappa non può che essere la Sagrada Familia che é il simbolo nel mondo di Barcellona. E’ l’unica cattedrale al mondo ancora in costruzione, la prima pietra fu posta nel 1882 e l’anno successivo la direzione dei lavori passò ad Antoni Gaudì, l’architetto visionario che ha cambiato il volto di Barcellona. Dopo avervi dedicato tutta la sua vita morì, falciato da un tram nel 1926, lasciando la cattedrale (il “Tempio” come la chiamava lui) incompiuta. Gran parte dei progetti sono andati perduti nell’incendio dello studio di Gaudì nel 1936, quando gli anarchici in piena guerra civile hanno dato fuoco alla scuola di architettura e dal quale si sono fortunatamente salvati i modelli di gesso realizzati in scala 1:10. Oggi la costruzione è al 55% e si stima che verrà conclusa nel 2025 (forse più in là, come diceva Gaudì, “Il mio cliente non ha fretta”) grazie alle offerte dei turisti che affollano il cantiere dove si avvicendano scultori ed architetti. Sempre con la metro scendiamo a Diagonal per percorrere il Passeig de Gracia dove si trovano la Pedrera e Casa Batllò. La prima é un condominio, completato nel 1910 e...

Leggi tutto »

Links utili:

Lunedì 03 Gennaio 2005

Pernottamento: Salou (Spagna)

Città visitate: Barcellona (Spagna)

Racconto della giornata:

Secondo giorno di visita che però inizia abbastanza tardi visto l’imprevisto del giorno prima. Abbiamo ancora parecchie cose ancora da vedere ed iniziamo dal Tibidado, la zona settentrionale, ma la funicolare é chiusa così andiamo a pranzo. Il tempo non é molto perché alle 14.30 abbiamo la visita prenotata al Palau della Musica Catalana. Palazzo modernista del celebre architetto Montaner, che dal 1997 é patrimonio dell’Unesco. La visita dura 50 minuti (in inglese, spagnolo e catalano) e permette di visitare il teatro sede di oltre 300 spettacoli all'anno e costruito all'inizio del 1900 per il gruppo corale Orfeo Català. Spettacolare la cupola in vetro istoriato. Prima che faccia buio dobbiamo visitare il Montjuic, chiamato “monte degli ebrei” per via del cimitero ebraico che qui esisteva nel medioevo e che oggi ospita il parco olimpico dove hanno avuto luogo le Olimpiadi del 1992. Lo raggiungiamo con le scale mobile che permettono di raggiungere i suoi 213 m di altezza dal neobarocco Palau Nacional, sede del museo di arte catalana dal quale si gode una bella vista di Placa de Espanya. Stadio Olimpico (sede dell’Espanyol), il Palau Sant Jordi (basket) e la piscina...

Leggi tutto »

Martedì 04 Gennaio 2005

Pernottamento: Salou (Spagna)

Racconto della giornata:

Ci svegliamo tardi, sono infatti le 11 e dopo la colazione facciamo un giro sulla spiaggia più che altro per far spazio al pranzo che inizia alle 16!! Aspettiamo di digerire per tornare ad immergerci nelle calde acque della piscina. Oggi totale relax.

Mercoledì 05 Gennaio 2005

Città visitate: Barcellona (Spagna)

Racconto della giornata:

Ultimo giorno. Colazione e preparazione delle valigie ci occupano la mattinata, così a Barcellona ci arriviamo solo alle 12. Posteggiamo tra l’Arc de Trionf e il Parc de la Ciutadella che percorriamo da nord a sud vedendo il Mamuth, la cascata monumentale (in parte opera di Gaudì) ed il Parlament de Catalunya. Questi fu adibito a parco solo nel 1873 nell'area dell'antica cittadella militare e qui si trovano i musei di Zoologia, di Geologia e quello di arte moderna. Da qui imbocchiamo la strada lungomare per il centro fermandoci per una foto davanti la statua di Roy Lichestein. Questa zona non l’avevamo ancora visitata e sarebbe stato un peccato perché la parte intorno alla chiesa di Santa Maria del Mar é davvero pittoresca con le strette vie ed il susseguirsi di locali e ristoranti. E’ dove ha sede il Museo di Picasso e Palau Cervello. Non possiamo non tornare per l'ultima volta alle Ramblas che percorriamo verso il mare dal Teatro del Liceu fino alla Placa Reial dove pranziamo. E’ ormai ora di riprendere la macchina e di riconsegnarla alla Hertz all’aeroporto che raggiungiamo agevolmente. Volo Iberia in perfetto orario e questa volta ci godiamo i sedili da Business...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »


Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente