Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Claudio | 17/07/2005 02/08/2005 | 2 | 1594

Il Nord Europa

Domenica 17 Luglio 2005

Pernottamento: Zeitz (Germania)

Racconto della giornata:

Partenza alle sette del mattino della domenica per evitare sia il caldo sia i camion sulle autostrade, in marcia senza sosta fino alle 13.30 quando arriviamo a soli 30 chilometri da Monaco, passando da Verona e Innsbruck, fortunatamente senza code di rilievo (sull’altra marcia almeno 20 km di code dopo Monaco). Teniamo la A9 con direzione Norimberga prima e Berlino poi. Dopo 900 chilometri iniziamo ad essere esausti e decidiamo di puntare prima su Naumburg dov’é segnato un campeggio, ma la strada é chiusa così andiamo a Zeitz che sembra disabitata e troviamo un parcheggio, non eccezionale, nella zona centrale, chiudiamo qui la tappa probabilmente più lunga mai fatta in camper, 980 chilometri in circa 12 ore di viaggio.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Lunedì 18 Luglio 2005

Pernottamento: Rostock (Germania)

Città visitate: Rostock (Germania)

Racconto della giornata:

Il posteggio si è rivelato rumorosa, ma si parte presto con la speranza di arrivare a prendere il traghetto delle 15 e 15. La strada é poco trafficata e arriviamo senza problemi già alle 12, ma sull’autostrada dove compriamo il biglietto del traghetto (lo si può fare all’ufficio informazioni a 15-20 chilometri dalla città) ci dicono che per oggi il traghetto é pieno così decidiamo di prenderlo domani alle 8. Prezzo 123 euro con la Scandlines con camper tra i 6 e gli 8 metri e 2 persone a bordo. Abbiamo così l’inaspettata occasione di visitare la città di Rostock, la “porta verso il nord”, parcheggiamo a pagamento (fino alle 20) lungo il mare dove dormiamo anche visto che ci sono parecchi altri camper e riusciamo a dormire anche abbastanza bene. La città, una delle più importanti dell’Ansa, é bella e molto animata almeno fino alle 18 poi inizia a svuotarsi, prima la vediamo con il cielo grigio poi, verso sera, con il sole al tramonto. Visitiamo il centro pedonale passando dal Rathaus e dalla Marienkirche, é pieno di negozi e ristorantini ed alla fine decidiamo di mangiarci un gyros in un piccolo take-away greco/mediterraneo. Il sole cala tardi, ma siamo...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Martedì 19 Luglio 2005

Pernottamento: Sölvesborg (Svezia)

Città visitate: Sölvesborg (Svezia)

Racconto della giornata:

Sveglia alle 6 per essere al terminal entro un’ora, così alle 7 mostriamo il nostro voucher alle casse e 10 minuti dopo siamo già a bordo della FS Meckleburg-Vorpommern, nave della Scandlines, che in 5 ore e 45 minuti ci deve portare a Trelleborg in Svezia. La traversata scorre liscia ed arriviamo anche in anticipo, ad accoglierci la prima pioggia. Sulla nave in realtà siamo stati fortunati a trovare posto seduti, perché a parte il ristorante e caffetteria non ce n’era molto rispetto ai passeggeri imbarcati, qui chi prima arriva trova il posto. Scegliamo la strada che passa da Malmo, l’autostrada, per arrivare verso le 16 nel piccolo campeggio Tredenborg di Sölvesborg dove bisogna fare la Camping Card valida nei paesi nordici. Tutti parlano inglese e anche molto bene o almeno hanno una buona pronuncia, infatti la ragazza della reception, Kamilla, e la Signora di 60 anni che gestiscono il campeggio lo parlavano bene. Dopo esserci sistemati facciamo un giro in paese che in realtà é abbastanza lontano e ci vogliono quasi 2 ore per andare e tornare, è un piccolo paese di pescatori, ma caratteristico. Doccia (a pagamento) e poi cena. Fresco e piove.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Mercoledì 20 Luglio 2005

Pernottamento: Västervik (Svezia)

Città visitate: Borgholm (Svezia), Mörrum (Svezia)

Racconto della giornata:

Oggi la prima tappa é Mörrum, cittadina famosa in tutta la Svezia per l’abbondante pesca al salmone che si pratica nel fiume Mörrumsån, al centro del paese, la visita però è da non più di 15 minuti. Cambiamo i soldi nella banca locale e rimaniamo sorpresi dall’atmosfera familiare che si respira, niente porte blindate o controlli, e dentro una scrivania e un arredamento tipo Ikea, comunque caldo, nessun vetro di separazione o altro. Riprendiamo la strada per Kalmar e poi per l’isola di Öland, che si raggiunge attraverso il ponte Ölandsbron, gratuito, lungo più di 6.000 metri. L’isola del Baltico, lunga 140 chilometri e larga al massimo 16, é estesa da nord a sud di fronte alla costa sud-orientale, dalla quale é separata dallo stretto di Kalmarsund. Il tempo é variabile, ma abbiamo solo due cose da vedere le Slottruin di Borghol (rovine di un castello del 1280 bruciato nel 1806) e il mulino di Sanwik, di otto piani, forse il più grande d’Europa. Le visite sono molto brevi, giusto il tempo per una fotografia, visto che il tempo volge al brutto. Puntiamo di nuovo a sud per lasciare l’isola affollatissima di turisti e vacanzieri svedesi per riprendere poi la...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Giovedì 21 Luglio 2005

Pernottamento: Stoccolma (Svezia)

Città visitate: Västervik (Svezia)

Racconto della giornata:

Sveglia alle 8 con l’immancabile pioggiarella, colazione e quindi verso le 9 e mezza ci incamminiamo per il centro paese, sono circa 2 chilometri dal campeggio, ma li merita, arrivando c’é uno scroscio di pioggia e poi esce un timido sole. Västervik é detta la “perla della costa orientale” ed é vero, é una pittoresca cittadina di mare che sembra uscita da una cartolina. In fondo al fiordo ha il suo porto con parecchie barche attraccate ed una fiera nautica in svolgimento. Compriamo allora salmone affumicato ed aringa al porto. Foto e passeggiata per il centro e poi ritorno in campeggio per uscire prima delle 14. Via sull’autostrada per fare gli ultimi chilometri per arrivare alla Capitale dove sull’E4 da sud é facile trovare l’uscita per il camping Bredäng dove troviamo posto e che si trova, comodo, a 700m dalla metropolitana. Ci stupisce la facilità nel trovare il campeggio, ben indicato, e la tranquillità del traffico di Stoccolma che per nulla può essere paragonato alla frenesia di altre capitali europee. Doccia (calda e gratis) e poi cena.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Venerdì 22 Luglio 2005

Pernottamento: Stoccolma (Svezia)

Città visitate: Stoccolma (Svezia)

Racconto della giornata:

Ci alziamo con la pioggia e per tutta la giornata sarà un alternarsi di brevi rovesci, comunque sono quasi le 9 quando raggiungiamo la fermata della metro, si dice tunnelbana ed è indicata con la T, di Bredäng dove, con la linea rossa, scendiamo a Karlaplan perché visto il tempo decidiamo di dedicarci ai musei tanto 75 sono compresi nella carta Stockholmcard che abbiamo fatto, così come prima visita decidiamo di recarci al Vasamuseet dove é conservata una nave svedese del 1628, il Vasa, ripescato dopo 333 anni nelle acque di Stoccolma negli anni ‘50-‘60 dopo che era affondato all’inaugurazione a causa dell’instabilità dovuta ad un carico insufficiente per la dimensione e la velatura del vascello. La nave è perfettamente conservata ed integra al 90 per cento grazie anche all’assenza delle teredini nel mare Baltico, così nel 1990 é stato inaugurato questo museo molto bello e suggestivo. Tappa successiva é l’Aquaria vattenmuseum che é un piccolo acquario con una bella ricostruzione dell’ambiente tropicale, ma nulla più e la visita dura un quarto d’ora. E’ tempo quindi di Historiska Museet che propone una piccola esibizione sui Vichinghi e poi sale...

Leggi tutto »

Sabato 23 Luglio 2005

Pernottamento: Stoccolma (Svezia)

Città visitate: Stoccolma (Svezia)

Racconto della giornata:

Stanotte ha piovuto anche abbastanza forte e la giornata é peggio di ieri, le scarpe sono ancora bagnate e con questo tempo difficilmente potranno asciugarsi. Con la metro scendiamo a Gamla Stan per visitare, dalle 10, la chiesa di Riddarholms che contiene le tombe dei re di Svezia, da qui si gode una splendida vista sullo Stadhuset, sotto l’ombrello ci dirigiamo al Nobelmuseet, museo del Nobel. Il premio istituito dal 1901 per volere di Alfred Nobel (1833-1896), é stato, negli anni, assegnato a 750 uomini e donne che si sono contraddistinti nei campi della fisica, della chimica, della medicina, della letteratura, della pace e, negli ultimi anni, dell’economia. Il piccolo museo propone sale multimediali e oggetti di alcuni nobel, con particolare attenzione ad Albert Einstein. Lasciamo il centro con la metro per raggiungere da Brommaplan l’isola di Lovön dove si trova il castello di Drottningholm, del 1662, attualmente residenza privata dei reali, ma della quale si può visitare un’ala e il Kina Slott, il padiglione cinese del 1750. Tornando ci fermiamo a vedere Nord Pool, la sede della piattaforma dove si scambiamo le quote di emissione, ma tutti gli uffici sono chiusi,...

Leggi tutto »

Links utili:

Domenica 24 Luglio 2005

Pernottamento: Karlstad (Svezia)

Città visitate: Mariefred (Svezia)

Racconto della giornata:

Sveglia ovviamente col sole visto che lasciamo Stoccolma, al mattino sbrighiamo le faccende in camper e alle 11 partiamo per coprire i 40 chilometri che ci separano da Mariefred, dove si trova il castello di Gripsholm i cui lavori di costruzione iniziarono 450 anni fa. Il contesto é perfetto, la fiera medioevale in paese con le bancarelle e gli spettacoli, la ferrovia con locomotiva a vapore, il piccolo porto sul lago Mälaren. Una perfetta cittadina turistica nella quale sarebbe stato bello fermarsi più a lungo, invece riprendiamo verso la prossima meta, Oslo. Sono le 18 quando entriamo in campeggio subito dopo Karlstad. Lo Skutbergets camping ****. Ampio, senza alberi, sul lago con docce a pagamento e un ottimo posto dove scaricare é l’ideale per noi in transito. Cena e a nanna.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Lunedì 25 Luglio 2005

Pernottamento: Oslo (Norvegia)

Città visitate: Oslo (Norvegia)

Racconto della giornata:

Stamane pioviggina e non c’é motivo di restare così fatta colazione, scaricato e fatto gasolio, riprendiamo la E18 in direzione Oslo. La dogana é inesistente, le strade invece sono interminabili a causa dei limiti (50, 70, 90 e 110 in Svezia, e 60, 80 in Norvegia) ai quali si aggiungono gli autovelox e le strade che sono un continuo sali-scendi. In definitiva arriviamo ad Oslo solo verso le 13 e seguendo le indicazioni sulla E6 troviamo facilmente l’Ekeberg Camping che ha una vista splendida sulla città. Preferiamo non perdere tempo e iniziamo immediatamente dopo pranzo la visita alla città che si raggiunge in 10 minuti col bus che ferma subito fuori il campeggio. In centro percorriamo la via dei negozi, Karl Johansgate, l’arteria principale della città che collega la Stazione centrale al palazzo reale. C’é molto movimento, perché é tempo di saldi e vacanze in Norvegia, percorriamo la strada pedonale visitando prima il bel duomo di Oslo, chiesa del 1697 del Nostro Signore, poi, dall’esterno il municipio, Oslo Rådhus, sede amministrativa della città del 1950 con il più grande orologio da torre d'Europa (8,5 metri di diametro). Sempre in centro l’Università...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Martedì 26 Luglio 2005

Pernottamento: Oslo (Norvegia)

Città visitate: Oslo (Norvegia)

Racconto della giornata:

Il programma é fitto perché dopo il sopralluogo di ieri decidiamo di non fare la Oslo card, ma di usare la card per i trasporti da 24h e poi pagare i musei e visitare quindi la città entro le 15.30, quando scade la card obliterata ieri. Alle otto e mezza siamo in strada ed il tempo ci é finalmente amico e durante la giornata migliorerà ancora. Prima tappa al Parco Vigeland, una delle attrazioni più visitate della Norvegia, si tratta di un parco con oltre 200 sculture di Gustav Vigeland (1869-1943) in bronzo, granito e ferro battuto. Con la linea 1 della metropolitana saliamo verso Holmenkollen, dove si trova il trampolino e dal quale si gode una vista splendida sulla città. Scendendo dagli oltre 200 metri s.l.m. arriviamo in centro al Palazzo reale, foto di rito, ma per entrare ci sono solo visite guidate ed in inglese sono alle 14 e 14.20, i biglietti alla posta. Li facciamo e decidiamo di occupare le due ore andando al Munch Museet nella zona est, scendendo con la metro a Tøyen. Ci sembra che le misure di sicurezza siano state incrementate dopo il furto, che ora ci sembra impossibile. Il museo non é grandissimo, anzi, ma é doverosa una visita almeno per vedere alcune...

Leggi tutto »

Links utili:

Mercoledì 27 Luglio 2005

Pernottamento: Kungshamn (Svezia)

Racconto della giornata:

Dormiamo profondamente fino alle 9 quando ci svegliamo con il sole, che durerà fino a sera. Ci prepariamo a lasciare Oslo e la Norvegia, riprendendo la strada verso sud. Facciamo gasolio in modo da spendere le ultime corone rimasteci e poi cerchiamo di scendere senza esagerare con questa tappa di trasferimento così ci dirigiamo a Kungshamn, a nord-ovest di Uddevalla, in una zona turistica molto battuta dai nordici e per nulla da chi arriva dal sud come noi. Ci sono tre campeggi in paese, scegliamo quello di Wiggersviks ****, pieno, ma troviamo una piazzola proprio sul mare. La vista é splendida e c’é anche il sole, solo che soffia un vento continuo freddo da sud, tentiamo di prendere il sole, ma é freddo, così decidiamo di andare in paese, un giro da 2 ore, si tratta di un piccolo porto di mare con diversi negozi e ristoranti, di fronte, l’isola con Smögen, un altro paesino collegato con la terraferma tramite un ponte. Facciamo la spesa e poi stanchi torniamo per la cena, pizza take-away dalla pizzeria del camping, troppo stanchi anche per cucinare.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Giovedì 28 Luglio 2005

Pernottamento: Varberg (Svezia)

Città visitate: Varberg (Svezia)

Racconto della giornata:

Con calma lasciamo il piccolo paese di Kungshamn per avvicinarci a Trelleborg dove abbiamo deciso di riprendere il traghetto, per Sassnitz, visto che nel weekend é quello che costa meno. Göteborg é trafficata e facciamo anche colonna, il traffico invece si snellisce poi, non facciamo tanti chilometri, decidiamo di fermarci a Varberg, una bella cittadina portuale che nel pomeriggio visitiamo in bici in quanto il camping é a 5 chilometri circa dal centro. Arrivando alle 13, troviamo posto, il nome é Getteröns camping ****, si trova sul promontorio e con il sole (oggi coperto con pioggia in serata) deve essere una bella località balneare. Prenotiamo il traghetto con Scandlines per il 30 mattina. Abbiamo però un problema meccanico alla ruota anteriore sinistra che fa rumore e scalda parecchio il cerchione. Domani verso le 8 siamo al centro Ducato-Fiat segnato sulla nostra guida del 1988 qui a Varberg, speriamo bene.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Venerdì 29 Luglio 2005

Pernottamento: Trelleborg (Svezia)

Racconto della giornata:

Sveglia alle 7 per arrivare dal meccanico alle 8 appena apre, il concessionario Ducato-Fiat di Valberg é diventato in realtà da alcuni anni Hyundai e ci indirizza più a sud, 30 chilometri, a Falkenberg dove dovrebbe ancora essercene uno. Giriamo il paese, ma non troviamo nulla, alla fine c'è un Autoservice a 500 metri, qui sono disponibili però dopo le 2. Andiamo allora in paese a cambiare i soldi e poi a fare un giro in attesa che passino le 3 ore, in realtà saranno poi 4, più un’ora e mezza di lavoro sulla ruota del camper. Spesa 1240 SEK, cambio di un tubo ostruito e olio dei freni. Sono le 16 e 30 quando riprendiamo l’autostrada verso Malmo e Trelleborg e sono le 19 quando arriviamo, stanchi, nel parcheggio sul mare con molti altri camper, per dormire in attesa dell’imbarco domani ore 8.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Sabato 30 Luglio 2005

Pernottamento: Fürstenberg/Havel (Germania)

Racconto della giornata:

Il nostro traghetto parte puntuale alle 8.15, é la FS Sassnitz della Scandlines, più piccola della nave che parte da Rostock, ma scopriamo più comoda visto che c’é abbondanza di posti sia nei sedili, sia nel bar che nei ristoranti. Ci stupiamo come ad un’ora dalla partenza il tempo cambi, lasciamo alle spalle i nuvoloni neri della Svezia verso il sole della Germania, una separazione davvero netta. Arrivo in orario, ma la brutta sorpresa é immediata, per attraversare la penisola, ci mettiamo davvero una vita, due ore circa di coda sotto il sole, il cui motivo ci rimane ancora un mistero. Perdiamo tempo prezioso e dopo un veloce pranzo, andiamo finché riusciamo ed alla fine ci fermiamo a Fürstenberg, un piccolo paesino nella ex Germania dell’Est, va sottolineato perché comunque la differenza esiste ed é ancora forte, non solo nella ricchezza, ma anche nelle strutture ed infrastrutture. Ad esempio, il nostro piccolo campeggio, Campingplatz am Röblinsee, é raggiungibile da una strada impossibile di lastre di cemento sconnnese, posizionato però benissimo sul lago, é praticamente il giardino del proprietario, un bonario tedesco che parla solo tedesco e che riceve in...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Domenica 31 Luglio 2005

Pernottamento: Günzburg (Germania)

Racconto della giornata:

Oggi dobbiamo attraversare mezza Germania. Partiamo abbastanza tardi e così arriviamo, stremati, solo alle 21, alla meta, il paese dove si trova Legoland Germania. Sfortunatamente il parcheggio dei camper é già chiuso (dalle 10 alle 18), così cerchiamo un posto in paese, vicino alle chiesa, in un posto illuminato dove più tardi arriva un altro camper. Andiamo a letto, facendo una specie di cena/merenda, oggi, specialmente il tratto Berlino-Norimberga non finiva più e siamo davvero stanchissimi.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Lunedì 01 Agosto 2005

Pernottamento: Füssen (Germania)

Città visitate: Füssen (Germania)

Racconto della giornata:

Bruttissima notte. All’una e dieci, mentre dormivamo, arrivano dei tedeschi che iniziano a sballottare il camper, il tutto dura pochissimo, noi ci svegliamo di soprassalto spaventatissimi e gridando li facciamo scappare. Scendo con in mano manganello e spray orticante e sbuco con la testa in cabina, nessuno. Le strade sono deserte, ma abbiamo ormai l'adrenalina in sangue e diventa impossibile dormire, temiamo possano tornare non conoscendo le loro intenzioni (probabilmente uno stupido scherzo), così ci appostiamo per quasi due ore, sobbalzando ad ogni macchina ed ad ogni rumore, due brutti ceffi confabulano con altri due in macchina ad un centinaio di metri dal camper, continuano a parlare per un po’ e poi se ne vanno, potrebbero essere loro. Sui finestroni le loro impronte, quattro coppie che si possono distinguere chiaramente. L’alba é ancora lontana e decidiamo di partire, inutile rimanere e perdere la notte così ed allora si parte, sono le tre e mezza e facciamo gasolio al distributore e ci lasciamo alle spalle Günzburg e Legoland prendendo l’autostrada verso Füssen. Sono non tanti chilometri e così arriviamo presto, alle cinque e mezza, ci mettiamo a riposare...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Martedì 02 Agosto 2005

Città visitate: Füssen (Germania)

Racconto della giornata:

La mattina inizia abbastanza presto per poter raggiungere i castelli, a 4 chilometri da Füssen, in tranquillità senza il traffico caotico che verso le 10-11 si crea e in modo da poter parcheggiare senza problemi. La sorpresa alla biglietteria dove ci danno come orari di visita (solo tour guidati) alle 10.50 per il castello di Hohenschwangau e alle 12.50 per quello di Neuschwanstein. In realtà sarebbe possibile anche la visita singola, ma preferiamo vederli entrambi anche se il primo non è bellissimo. Il secondo, il “castello delle fiabe”, ultima residenza del leggendario re bavarese Ludwig II (1845-1886), fu costruito tra il 1869 ed il 1886, questo castello è unico al mondo per la sua splendida ed ardita posizione e per i suoi fantastici interni tanto che sono un milione e trecentomila i visitatori ogni anno, dal Giappone agli Stati Uniti. La visita avviene per gruppi e dura 30-35 minuti per ogni castello ed è fatta con le audio-guide, anche in italiano. Da un castello all’altro, di buon passo, ci vogliono circa 25-30 minuti. Nella pausa mangiamo in piedi un hot-dog e krapfen e poi, appena finito, via in camper per tornare a casa, sono le 14 quando lasciamo il...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »


Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente