Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Claudio | 06/08/2006 22/08/2006 | 2 | 1424

Benelux

Domenica 06 Agosto 2006

Pernottamento: Freiburg im Breisgau (Germania)

Racconto della giornata:

Partiamo dopo pranzo verso l'una e mezza. Il traffico in autostrada è scorrevole, ma facciamo un chilometro di coda alla dogana di Chiasso. Riprendiamo la marcia, ma verso le quattro e mezza di nuovo fermi. Coda al San Gottardo, si parla di circa cinque chilometri all'ingresso del tunnel. Inutile dire che accumuliamo un certo ritardo e con i limiti e i lavori (vedi Basilea) il viaggio prosegue a rilento. Decidiamo di fermarci prima della nostra meta, a Friburgo nel camping Tunisee, all'uscita nord della città. Un bel campeggio sul lago, un po’ isolato, ma pieno ed economico (15 Euro). Mangiamo e subito a dormire. Piove.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Lunedì 07 Agosto 2006

Pernottamento: Rust (Germania)

Racconto della giornata:

Lasciamo in campeggio verso le 8 in direzione di Rust dove si trova il parco di divertimenti Europa Park considerato dal molti l'unico vero rivale in Europa di Disneyland Paris. Siamo davvero curiosi di verificare di persona. Il parco apre alle 9 e chiude alle 18, ma oggi essendo in piena estate prolunga l'orario fino alle 20. Entriamo del camping/parcheggio del Parco, poco ombreggiato, dove lasciamo il mezzo e dal quale con la navetta andiamo all'ingresso. Il prezzo d’ingresso é di Euro 28 per adulto ed ovviamente dà la facoltà di accedere a tutte le attrazioni. L'ingresso é un tipico paese tedesco e il resto del parco é tematizzato in aree che rappresentano le diverse aree dell'Europa dall'Italia alla Grecia passando per le meno europee aree della Russia e della Svizzera. Essendo la nostra prima volta non sappiamo da quale gioco partire, alla fine optiamo per lo Schweitzer Bobbhan, attrazione in cui si ricostruisce una discesa in bob, e poi Poseidon (rispetto alla coda del pomeriggio abbiamo fatto bene a farlo subito) che é un gioco d'acqua con tre discese vorticose. Nell'arco delle ore facciamo alla fine 13/14 attrazioni, le principali. Verso le 19 il parco inizia a...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Martedì 08 Agosto 2006

Pernottamento: Amsterdam (Olanda)

Città visitate: Amsterdam (Olanda)

Racconto della giornata:

Giornata lunga di spostamento. Partiamo verso le nove in direzione nord. Paghiamo in automatico all'uscita (Euro 18 per la notte e Euro 5 per il giorno). Le autostrade sono fortunatamente tutte gratuite visto che quest'anno il camper nuovo consuma parecchio. Pranzo frugale in autostrada e per le sei siamo in avvicinamento alla Capitale Olandese. Ogni tanto piove, ma visto che siamo in viaggio può solo far piacere. Puntiamo al campeggio trovato su internet, il Gaasper Camping, uno dei tanti che ci sono, ma che a 5 minuti a piedi ha la fermata della Metro. Scopriamo che c'é un ultimo posto libero, senza elettricità, ma per noi va benissimo. Doccia (a gettoni) e quindi cena e poi a letto stanchi

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Mercoledì 09 Agosto 2006

Pernottamento: Amsterdam (Olanda)

Città visitate: Amsterdam (Olanda)

Racconto della giornata:

Partiamo non prestissimo verso la città comprando il biglietto della Metro a 3 Euro solo andata alla reception. La stazione di partenza è quella di Gaasperplas. L'impressione é quella generale di sporco e degrado, sia nella carrozze della metropolitana sia nel panorama con i grandi casermoni ed i visi poco rassicuranti della gente di periferia, principalmente emigrati africani o caraibici. La Stazione Centrale é un continuo via vai di razze e nazionalità, bisogna sempre stare all'occhio perché come tutte le stazioni la gente con cattive intenzioni c'é. In stazione si può comprare la “I Amsterdam Card”, all'interno o nello spazio proprio antecedente alla stessa ed indicato con VVV. È una card con chip che assomiglia ad una carta di credito ideata dall’Ufficio Turistico olandese VVV che da diritto all’utilizzo illimitato dei mezzi di trasporto pubblici (tram, autobus e metropolitana), all’ingresso ai principali musei e altre attrazioni, e sconti presso esercizi convenzionati. Esistono tre tipi di card, il costo dipende dalla durata della validità: 24h Euro 33,00; 48h Euro 43,00; 72h Euro 53,00. Noi decidiamo di non acquistarla perché in realtà la città non é...

Leggi tutto »

Giovedì 10 Agosto 2006

Pernottamento: Amsterdam (Olanda)

Racconto della giornata:

Stamattina sveglia sul tardi perché abbiamo deciso di partire nel primo pomeriggio visto che il grosso della visita l'abbiamo fatto ieri. Ci siamo alzati anche oggi con la pioggia e sempre con la speranza che il sole si faccia vedere durante la giornata. Mangiamo abbastanza presto e poi ci lanciamo nuovamente verso la città. Questa volta partiamo da Waterlooplein, qui ferma la Metro e qui si trova uno dei mercatini di Amsterdam dove si trovano vestiti vecchi, abbigliamento alternativo, articoli da rigattiere, video hard ed abiti teatrali. Di tutto insomma. Un paio di consigli: alcune bancarelle tendono ad applicare “prezzi per turisti” e se volete vivere il mercatino in pieno non presentatevi dopo le 15:30, molte bancarelle a quell'ora stanno già chiudendo. Il nostro acquisto è stato la semplice catena delle bici. Passiamo quindi all’altra meta, saltata ieri perché logisticamente non vicina, Nemo, centro polifunzionale progettato dall'italiano Renzo Piano, sul quale si può salire e godere una buona vista del porto. Quindi ci spostiamo verso la sede provvisoria del museo d'arte moderna, lo Stedelijk Museum, che offre però solo un'esposizione estremamente ridotta delle...

Leggi tutto »

Venerdì 11 Agosto 2006

Pernottamento: Harlingen (Olanda)

Città visitate: Urk (Olanda)

Racconto della giornata:

Lasciamo il campeggio che ci ha ospitato per ben tre notti, ovviamente sotto la pioggia e nella confusione dei camper in coda per scaricare. Paghiamo non tantissimo, circa 20 euro a notte. Con la pioggia battente e il cielo coperto decidiamo di visitare alcuni punti turistici. Il primo è a Lelystad, a circa 50 Km dalla Capitale, dove si trova la ricostruzione del Batavia, nave della Compagnia delle Indie Orientali ed un Outlet Center abbastanza carino e fornito con tutte le principali marche (da Lacoste a Nike e Levis). Ci spostiamo a Urk per pranzo, nell'ampio parcheggio del porto nel centro del paese mangiamo e quindi ci organizziamo per un breve giro del posto, molto pittoresco e tipico porto di pescatori. Fatta spesa ci dirigiamo più a nord dove ci fermiamo a visitare il bel paese di Hemmerold, porto e centro turistico che non si presenta al meglio perché il cielo è ancora scuro. Solo dopo le 5 il tempo migliora e ci fermiamo nel campeggio di Harlingen, il De Zeehoeve. Tranquillo e ben curato, ma con due note negative: 0,50 Euro la doccia e far acqua e le piazzole un po’ acquitrinose.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Sabato 12 Agosto 2006

Pernottamento: Harlingen (Olanda)

Città visitate: Harlingen (Olanda)

Racconto della giornata:

Il sole alla sveglia ci dà speranza e inauguriamo le nuove mini-bici andando in centro, circa due chilometri. Il paese, tipico porto del nord, é molto bello e animato soprattutto dalle 10 fino alle 17.30, prima e dopo si svuota, tutto chiude e rimangono le strade desolatamente vuote. La mattina si anima per le spese e il mercatino sul tardi e anche per le partenze dei traghetti per le isole Frisone. Nel pomeriggio, dopo la pioggiarella quotidiana, torniamo per una piccola spesa al supermercato e in pochissimo il centro si svuota. Decidiamo di provare la pizza olandese e usciamo una terza volta sempre in bici. Nessuno. La pizzeria Roma é abbastanza piena, l'ambiente è un misto greco/italiano (con statue, lampioncini, colori scuri e le immancabili candele), la pizza è piccola ed alta, diciamo abbastanza buona, il prezzo della pizza è alto, quello delle bibite basso ed alla fine paghiamo ventuno euro. Giusto. Terzo ritorno e quindi a dormire.

Links utili:

Domenica 13 Agosto 2006

Pernottamento: Den Helder (Olanda)

Città visitate: Den Helder (Olanda)

Racconto della giornata:

Stamattina ci siamo svegliati col sole e nessuna nuvola all'orizzonte. Lasciamo Harlingen verso sud e con l'autostrada A7 percorriamo i trenta chilometri della striscia di terra che separa il Waddenzee e l'IJsselmeer per poi tenere a destra fino a Den Helder. Ci infiliamo ancor prima di mezzogiorno nel camping De Donkere Duinen e ci mettiamo appena sistemati a prendere il sole, così dopo pranzo. Fa caldo e quasi ci scottiamo restando fuori fino alle 16. Ci organizziamo con le bici e andiamo a visitare la cittadina. Davvero niente di eccezionale, il porto militare e quello da cui partono i traghetti per Texel é poco animato, le strade del centro vuote ed i negozi chiusi. Fino alle sei giriamo in bici percorrendo il bel lungomare su cui spira un costante vento, ma che ci permette di prendere l'ultimo sole. Doccia e cena poi si spengono le luci.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Lunedì 14 Agosto 2006

Pernottamento: Katwijk aan Zee (Olanda)

Città visitate: Enkhuizen (Olanda), Katwijk aan Zee (Olanda), Volendam (Olanda)

Racconto della giornata:

Piove e lasciamo la non affascinante cittadina di Den Helder verso sud. Prima di due mete altamente turistiche è Enkhuizen, parcheggiamo nel comodo spazio della stazione ferroviaria per poi fare un giro a piedi per visitare le strade del centro ed porticciolo pieno di barche. La seconda tappa, a circa trenta chilometri, è Volendam. Lasciando il mezzo all'ingresso della cittadina, nel posteggio dei bus (è indicato), in cinque minuti a piedi si visita il cuore del porto che è da vedere. Estremamente turistico, con negozi di souvenir, offre scorci ancora suggestivi. Prendiamo alcuni panini a base di pesce per pranzo e subito dopo facciamo la spesa nel comodo e ben fornito centro vicino al parcheggio. Da Volendam riprendiamo la strada in direzione Amsterdam e quindi per Den Haag. Verso le 16/17 ci fermiamo ad un primo camping a Noordwijk che pensavamo caro, in realtà è pari al costo del camping De Noordduinen **** a Katwijk aan Zee dove ci fermiamo che costa ben Euro 36,50. Con la spiaggia a pochi passi e nessun gettone era comunque buono, peccato ancora una volta il freddo, 15 gradi e raffiche di vento.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Martedì 15 Agosto 2006

Pernottamento: Oostkapelle (Olanda)

Città visitate: Oostkapelle (Olanda)

Racconto della giornata:

Ci alziamo verso le 9, non piove ma è tutto coperto così ritenendo inutile restare decidiamo di spostarci verso sud passando a visitare i famosi 19 mulini di Kinderdijk. Il percorso è abbastanza complesso tra strade, autostrade e ponti che sulla nostra cartina sono segnati e che in realtà non ci sono. Tra gli svincoli di Rotterdam finiamo per tornare a Gouda e poi la cartina poco dettagliata non ci permette un gran dettaglio e dopo un traghetto e dopo una strada bloccata per lavori abbandoniamo l'ipotesi Kinderdijk (alcuni mulini li abbiamo incontrati lungo la strada) per puntare direttamente a sud. Con direzione Anversa entriamo in Zelanda e superata la città di Middleburg ci fermiamo a Oostkapelle, centro balneare, in un caro (Euro 35), ma bel camping di nome Dennenbos. Nel pomeriggio gita in paese e poi cena visto che abbiamo praticamente saltato il pranzo.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Mercoledì 16 Agosto 2006

Pernottamento: Oostkapelle (Olanda)

Città visitate: Oostkapelle (Olanda)

Racconto della giornata:

Il campeggio è molto bello, pulito con piazzole separate e nel verde con i servizi davvero eccellenti. Un po’ per questo, ma soprattutto per il risveglio con il sole decidiamo di restare un altro giorno e goderci a pieno il secondo giorno senza pioggia della vacanza. Alle dieci e mezza siamo in spiaggia che dista circa 1 km dal camping, è ancora abbastanza vuota ma poi inizia a riempirsi di famiglie olandesi organizzate con frugali pranzi al sacco e tende paravento. Noi all'una lasciamo la nostra posizione per un break, ma alle tre siamo di nuovo in spiaggia. Lasciamo le bici più lontane perché ora la coda di mezzi a due ruote si è fatta lunga. Passata la duna rieccoci sul mare del Nord dove alle quattro decidiamo per un rinfrescante bagno. L'acqua non è freddissima e con le onde il bagno é godibilissimo. Verso le sei il cielo si copre e di malavoglia lasciamo la spiaggia (comunque pulita e con docce gratuite). Ceniamo e quindi serata di giochi. Verso le nove il cielo tuona e sembra in arrivo un temporale, ma non arriva nulla.

Giovedì 17 Agosto 2006

Pernottamento: Grimbergen (Belgio)

Città visitate: Brugge (Belgio)

Racconto della giornata:

Il tempo è incerto e comunque avevamo già deciso di muoverci verso sud. Ci alziamo verso le 9 e alle 10 siamo pronti ad uscire dal camping verso il Belgio. La direzione è Terneuzen e passato il Westerschelde Tunnel, galleria sotto il mare di 6 chilometri che per i camper costa ben Euro 16,20, arriviamo sull'ultimo lembo di terra Olandese, separato dal resto del Paese e confinante solo con il mare e il Belgio. La nostra prima tappa del breve tour belga è Brugge. Entrando col camper preferiamo evitare di entrare nel centro (stretto e con divieti) preferendo lasciare il camper lungo il canale dove troviamo un comodo posto nella zona nord proprio di fronte la stazione della Polizia (uscendo abbiamo visto diversi camper posteggiati nella zona sud). La camminata per arrivare nel cuore di Brugge è abbastanza lunga, almeno una mezz'ora, ma vale la pena perché la città è estremamente bella. Il centro è il Markt, la grande piazza rettangolare piena di ristoranti e café dai quali si gode la vista sul beffroi alto 85 m, leggermente pendente e contenente 46 campane. Proseguiamo la visita ammirando le due principali chiese: la basilica Heilig Bloed (del Santo Sangue) e la St....

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Venerdì 18 Agosto 2006

Pernottamento: Grimbergen (Belgio)

Città visitate: Bruxelles (Belgio)

Racconto della giornata:

Il sole è ancora coperto dalle nuvole quando partiamo, ma con il passare delle ore migliora. Il bus 232 lo prendiamo alle 9.34 alla fermata vicino al camping, unico neo che ci vogliono oltre trenta minuti per arrivare in centro, alla Gare du Nord, terminal bus che dista poi circa 15 minuti a piedi dalla piazza centrale, Grand Place, che raggiungiamo percorrendo il lungo boulevard Anspach pieno di negozi e che alle 10 é ancora praticamente vuoto. La grande piazza, cuore della Capitale belga è il meglio di Bruxelles, con i ristoranti che la incorniciano, i fiori, le bandiere ed il sole che illumina il comune, l'Hôtel de Ville. Attraverso una galleria di negozi giungiamo alla cattedrale, St-Michel-et-Gudule, dove é stato il visita Giovanni Paolo II e dove è stato celebrato il funerale di re Baldovino ed i matrimoni dei principi. Proseguiamo verso il palazzo reale che con nostra sorpresa é aperto e visitabile gratuitamente. Cogliamo l'occasione, possibile durante il periodo estivo, e visitiamo il palazzo che a parte il salone da ballo con i lampadari illuminati (enormi e con centinaia di luci) non offre molto. Uscendo puntiamo prima alla chiesa di Notre Dame du Sablon e quindi...

Leggi tutto »

Links utili:

Sabato 19 Agosto 2006

Pernottamento: Mersch (Lussemburgo)

Città visitate: Waterloo (Belgio)

Racconto della giornata:

Verso le 10, con il cielo coperto, lasciamo il campeggio di Grimbergen pagando Euro 14,50 a notte, un prezzo comunque giusto anche se la piazzola non era delle più felici, ma la pulizia della struttura era invidiabile. Riprendiamo la RO (la tangenziale di Bruxelles) in direzione sud per andare a visitare Waterloo, campo della famosa battaglia del 1815 che segnò la definitiva sconfitta di Napoleone Bonaparte contro la coalizione guidata da Wellington e Butcher. Il monumento più rappresentativo è la butte du Lion, tumulo conico alzato nell'Ottocento ed alto 45 m da cui si domina il campo di battaglia e che è sormontato da un colossale leone in ghisa che guarda verso la Francia. Non entriamo al museo dove fanno delle piccole ricostruzioni della vita militare, ma proseguiamo verso Namur e quindi verso il Lussemburgo ( www.ont.lu ). Non c'è molto traffico e sotto la pioggia arriviamo nel piccolo paese di Mersch dove si trova il bel camping Krounebierg *****, segnalato dal paese e che costa Euro 19,80 a notte. Il paesaggio è cambiato, le strade lussemburghesi si snodano strette tra la fitta foresta, più ordinato del Belgio, il Lussemburgo ci ricorda la Svizzera e l'Austria....

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Domenica 20 Agosto 2006

Pernottamento: Löwenstein (Germania)

Città visitate: Luxembourg (Lussemburgo)

Racconto della giornata:

Lasciamo il bel camping lussemburghese e ci dirigiamo verso la capitale che dista soli 16 chilometri. E' domenica mattina e le strade sono vuote per cui con il camper è l'ideale e le indicazioni sono ovunque per cui non c'è rischio di sbagliare. Il problema è che i due principali parcheggi sono chiusi per una festa che si deve tenere e quello indicatoci al campeggio è vietato ai mezzi sopra i due metri!! Ci ritroviamo a girare per la città arrivando fino al quartiere europeo, alla fine lasciamo il camper quasi a mezzogiorno a circa 500 metri dalla Stazione Centrale in una zona residenziale lungo la strada. A piedi ci incamminiamo verso il centro, la stazione non è il massimo con ubriachi e drogati, tutti i negozi sono chiusi e in giro ci sono solo pochi turisti. Un gran senso di tristezza al quale si aggiunge la pioggiarella che inizia a scendere. Percorriamo il viadotto che da accesso al cuore della città: il palazzo del Granduca e la cattedrale di Notre-Dame (entriamo ed assistiamo alla fine della messa). Giriamo per le vie passando per la piazza principale dove si trova il comune, ma in un'oretta la visita si esaurisce. Sotto una pioggia battente attraversiamo Pont...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Lunedì 21 Agosto 2006

Pernottamento: Horw (Svizzera)

Racconto della giornata:

Primo giorno di rientro, si inizia a sentire l'aria di casa e di lavoro (arrivano le prime telefonate!). Lasciamo il camping alle 10 in direzione sud/Stoccarda e poi ancora verso la Svizzera, dove al confine ci fermano le guardie che ci controllano con aria sospettosa, come fossimo mezzi delinquenti, carta d’identità, patente, libretto e quindi vogliono anche controllare i govoni e l'interno del camper. Per fortuna alla domanda da dove venite abbiamo risposto Germania, se dicevamo Olanda ci smontavano il mezzo!! Esagerati!! Stando bene attenti ai limiti lasciamo alle nostre spalle Zurigo, Zug ed infine arriviamo a Lucerna dove, alle 17, ci fermiamo nel camping di Horw, il campeggio Steinibachried **** dove ci fermiamo per la notte a 26,27 Euro. Vicino ci dovrebbe essere una spiaggia fronte lago e la piscina, ma il sole va e viene, comunque lo prendiamo finché non sparisce dietro i monti, alle sette quando ci organizziamo per docce e cena.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Martedì 22 Agosto 2006

Racconto della giornata:

Sono le otto e mezza quando lasciamo il piccolo camping, privo di scarico delle acque chiare, ma almeno svuotiamo il WC chimico. Le strade sono poco trafficate ed arriviamo alle 11.30 a Mendrisio dove facciamo una pausa all'Outlet Fox Town dove troviamo tutte le marche e quasi ci perdiamo nel dedalo di gallerie dei negozi. Riprendiamo l'autostrada e poco dopo le due siamo a casa. Vacanza finita.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:


Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente