Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Claudio | 21/07/2012 05/08/2012 | 2 | 2018

Terme tedesche, Parigi e la Normandia

Sabato 21 Luglio 2012

Pernottamento: Staufen im Breisgau (Germania)

Racconto della giornata:

Finalmente si parte per la vacanze. E’ il primo pomeriggio quando ci mettiamo in autostrada, c’è il sole e fa caldo. Facciamo un paio di chilometri di coda alla dogana a Chiasso e altri quattro al Gottardo. Riusciamo ad attraversare la Svizzera ed arrivare in Germania che sono le 8 di sera quando entriamo al campeggio di Staufen im Breisgau. Ci fermiamo al primo camping che incontriamo, il Camping Belchenblick *****, un campeggio familiare a 10 minuti dal centro di Staufen, tutto molto curato, con anche una piccola piscina. Paghiamo 27 Euro per una notte (sempre camper + 2 persone + elettricità). Peccato solo starci di passaggio una notte.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Domenica 22 Luglio 2012

Pernottamento: Bad Krozingen (Germania)

Città visitate: Bad Krozingen (Germania)

Racconto della giornata:

Ci spostiamo solo di qualche chilometro per raggiungere il parcheggio delle terme di Bad Krozingen. Suggeriteci da un amico ed essendo comode sulla strada per Parigi abbiamo deciso di fermarci e provarle. La giornata è bella e ci sistemiamo nell’area camper dove si può rimanere anche per la notte (Euro 12,00 con elettricità) e ti fanno anche lo sconto per l’ingresso alle terme, ma questo lo scopriamo troppo tardi infatti la cassa del parcheggio apre la sera e noi alle terme andiamo subito. Le terme sono vicine, si chiamano Vita Classica e l’ingresso alle piscine costa Euro 12,90, mentre l’ingresso comprensivo dell’accesso all’area Saunaparadise costa Euro 21,50. Le saune, nella classica tradizione sono zone senza costume e riservate ai maggiorenni per cui adatta a chi non si imbarazza troppo! Entriamo verso le 11 e stiamo un paio d’ore nelle vasche termali con gli idromassaggi e poi nel pomeriggio mangiamo e rimaniamo a rilassarci nella zona sauna dove ci sono saune, bagni turchi, piscine e aree relax ed un giardino giapponese con struttura per riposare. Le ore passano senza accorgersene e rimaniamo nel centro fino alle sei (la chiusura il sabato è alle 23)....

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Lunedì 23 Luglio 2012

Pernottamento: Baden Baden (Germania)

Città visitate: Baden Baden (Germania)

Racconto della giornata:

Ci svegliamo con un bel sole e decidiamo di spostarci verso la famosa stazione termale di Baden Baden nel Baden-Württemberg. Fino al 1931 la città si chiamava soltanto Baden, la si chiamava per lo più Baden in Baden e così è sorto il doppio nome odierno. Già gli antichi romani apprezzavano le sorgenti termali di Baden Baden, all’epoca chiamata Aquae Aureliae. Oggi gli ospiti si dividono tra il tradizionale Friedrichsbad del 1877 e le moderne Caracalla Therme che rendono omaggio all’omonimo imperatore romano. Lasciamo in camper nell’unico parcheggio riservato in Hubertusstraβe 2, dove paghiamo Euro 8 la sosta per le successive 24h. Pranziamo e poi ci spostiamo in bus in centro. Non andiamo a Friedrichsbad perché l’accesso non è sempre consentito a uomini e donne insieme (si accede solo senza costume), ma alle Caracalla Therme. L’ingresso è più caro perché per 3 ore si pagano Euro 17,00 (possiamo rimanerne 4 perché c’è una promozione estiva). Il complesso è molto grande e ci sono piscine coperte e scoperte in cui la temperatura dell’acqua varia da 18 a 38 gradi, alle quali si aggiungono una grotta, bagni aromatici al vapore e cabine per l’inalazione di...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Martedì 24 Luglio 2012

Pernottamento: Champigny-sur-Marne (Francia)

Racconto della giornata:

Con il sole lasciamo la Germania in direzione di Parigi, facciamo un po’ di autostrada e un po’ di strada normale e nel secondo pomeriggio arriviamo alle porte della capitale nel sobborgo di Champigny sur Marne dove si trova uno dei due campeggi della capitale. Essendoci già stati toniamo al Camping Paris Est *** che a nostra sorpresa è abbastanza vuoto. Paghiamo Euro 25,30 a notte, ma il camping non è il massimo. La struttura è buona, ora c’è anche il bar e market ed anche la zona benessere, ma le piazzole sono davvero brutte strette, assolate e con sterpaglia. Il plus di questo camping è però il collegamento alla città, infatti il bus ferma davanti al campeggio e ti porta alla più vicina fermata della RER da cui si raggiunge il centro in una mezz’ora in tutto.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Mercoledì 25 Luglio 2012

Pernottamento: Champigny-sur-Marne (Francia)

Città visitate: Parigi (Francia)

Racconto della giornata:

Negli anni scorsi abbiamo già avuto il piacere di visitare Parigi per cui questa volta decidiamo di non seguire i soliti itinerari, ma di perderci per la città e rivedere quello che gli anni scorsi ci aveva più colpito. Per vederla tutta ci vorrebbero settimane, è una delle città più belle al mondo, la più romantica e spesso definita Città di Sogno, sempre vitale e vibrante, centro economico e cultura del Paese e così diversa dal resto della Francia. Per muoverci optiamo per il pass per 48h a Euro 15,85 che garantisce l’accesso alla rete di servizi pubblici cittadini, in modo da poterci muovere in libertà. Iniziamo con una fugace visita dell’esterno del Louvre, poi lungo la Senna arriviamo alla cattedrale di Notre-Dame e quindi facciamo un giro per le strade del quartiere latino, che certo da il meglio di sé la sera con tutti i suoi ristoranti (forse un po’ troppo turistici). Visitiamo quindi la chiesa di Saint-Sulpice, uno dei luoghi più significativi di Parigi. Essa è diventata ancor più celebre dopo il bestseller di Dan Brown "Il Codice da Vinci", qui, infatti, si celerebbero sotterranei segreti, simboli cifrati, piste misteriose gravitanti attorno a...

Leggi tutto »

Giovedì 26 Luglio 2012

Pernottamento: Champigny-sur-Marne (Francia)

Città visitate: Parigi (Francia)

Racconto della giornata:

Ancora sole e ancora Parigi. La seconda giornata inizia con la visita alla mostra di Helmut Newton al Grand Palais. Helmut Newton, di origine tedesca, è stato uno dei fotografi più importanti del 1900 e questa è una bella retrospettiva a 8 anni dalla sua scomparsa. Ammirati dalle opere usciamo e percorriamo i Campi Elisi con una breve visita al negozio Louis Vuitton. Percorriamo tutto il viale fino all’Arco di Trionfo, uno dei simboli della città. Ci spostiamo con la metro fino al quartiere della Défense, centro finanziario della città, dove ci sono grattacieli, centri commerciali, una vista particolare sull’Arco di Trionfo e il Grande Arco, un cubo quasi perfetto, svuotato al centro e ricoperto di marmo di Carrara, inaugurato nel 1989 ed oggi sede di uffici. Via di nuovo in metro per il Trocadero e la Tour Eiffel, meta immancabile di foto ricordo. Stanchi rientriamo un’oretta al campeggio per poi tornare in città per la sera. Andiamo diretti a Montmartre per goderci il tramonto dalla collina ai piedi della basilica del Sacro Cuore che a quest’ora è ancora più affascinante. Concludiamo la visita scendendo fino a Pigalle per una foto davanti al Moulin Rouge, locale...

Leggi tutto »

Links utili:

Venerdì 27 Luglio 2012

Pernottamento: Honfleur (Francia)

Città visitate: Honfleur (Francia), Les Andelys (Francia), Pont-Audemer (Francia)

Racconto della giornata:

Tappa di trasferimento. Lasciamo il campeggio di Parigi in direzione ovest verso la Normandia. Due tappe intermedie una a Les Andelys e una a Pont-Audemer. La prima è una bella cittadina di provincia sulle anse della Senna dove sorge un castello e meritano le visita le due chiese di Sant-Sauveur e Notre-Dame. La seconda è un vecchio borgo in cui le antiche case si rispecchiano nei canali rimandando, vagamente, alle atmosfere della Serenissima. Ci muoviamo infine in direzione Honfleur dove ci sistemiamo insieme a decine e decine di altri camper alle porte del paese, vicino al porto, dove c’è un’area attrezzata. Paghiamo 10 Euro per la notte e ci sistemiamo. Honfleur vale la Normandia ed è una meta indiscutibile. E’ un delizioso porticciolo posto alla foce della Senna che ha conservato intatto tutto il suo charme che ha attratto tanti artisti nel XIX secolo. Sembra lo sfondo di un dipinto. La sera poi si riempie di vita con i sui ristoranti e bar. Davvero speciale. Anche noi usciamo a mangiare in un piccolo ristorante, Le Chat qui Pêche, dove degustiamo cozze e granchio e Sara si cimenta con un enorme plate de fruits de mer. La Normandia è infatti famosa per il...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Sabato 28 Luglio 2012

Pernottamento: Port-en-Bessin (Francia)

Città visitate: Bayeux (Francia), Colleville-sur-Mer (Francia), Longues-sur-Mer (Francia), Port-en-Bessin (Francia)

Racconto della giornata:

Mi sveglio abbastanza presto, il tempo è variabile, ma non piove e decido di fare un salto in paese dove stanno allestendo il mercato. Il paese si sta ancora svegliando e non c’è molta gente, scatto qualche foto e torno al camper con la colazione. Lasciamo Honfleur per la nostra prima giornata dedicata allo sbarco, il D-Day o come dicono i francesi Le Choc. Il 6 Giugno 1944 cambiò le sorti della Seconda Guerra Mondiale e il teatro su la Normadia e lo sbarco delle truppe alleate sulle spiagge di Utah, Omaha, Gold, Juno e Sword. La prima tappa è immancabilmente il Museo dedicato allo sbarco a Bayeux. Ci spostiamo poi sulla costa prima a Longues-sur-Mer a vedere le postazioni contraeree tedesche e quindi a Colleville-sur-Mer al cimitero americano. Il cimitero venne creato l’8 Giugno 1944 ed è gestito direttamente dagli americani ed è enorme e curatissimo. Qui riposano alcuni degli eroi di quel giorno, 9387 eroi che diventarono tali solo per aver avuto il coraggio di partecipare a un’impresa così incredibile e rischiosa. La sera ci fermiamo nel camping de la Praire ** (Euro 17,50) a Port-en-Bessin-Huppain, un piccolo campeggio a gestione familiare, senza pretese, ma...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Domenica 29 Luglio 2012

Pernottamento: Saint-Vaast-la-Hougue (Francia)

Città visitate: Cricqueville-en-Bessin (Francia), La Cambe (Francia), Saint-Vaast-la-Hougue (Francia), Sainte-Mère-Église (Francia)

Racconto della giornata:

Ci svegliamo sul tardi e lasciamo il nostro campeggio verso le 11 sotto l’acqua. Oggi tipico tempo normanno in cui si alternano sole, nuvole e scrosci di pioggia. Anche oggi abbiamo qualche meta legata allo sbarco. Iniziamo da Pointe du Hoc per una visita a una delle postazioni difensive tedesche più strategiche. Costruita nel 1944 questa postazione di artiglieria pesante da 155mm copriva contemporaneamente le spiagge di Utah e Omaha ed era quindi fondamentale renderla inoffensiva il prima possibile. Furono tre compagnie di Rangers americani ad avere il compito di raggiungere la postazione e distruggerla, ma l’attacco fu difficilissimo a causa della scalata della scogliera di 30m che insieme a ritardi nello sbarco rallentarono le operazioni. In due giorni di battaglia dei 225 uomini solo 90 erano in grado di combattere quando arrivarono i soccorsi l’8 Giugno. Lasciamo il campo di battaglia per visitare il cimitero tedesco di La Cambe, uno dei più grandi dove riposano oltre ventimila soldati. Sembra meno grande di quello americano, ma come si legge nel centro informativo anche qui ci sono tantissime storie di soldati e del fato che li ha portati a combattere in Normandia....

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Lunedì 30 Luglio 2012

Pernottamento: Barneville-Carteret (Francia)

Città visitate: Barfleur (Francia), Barneville-Carteret (Francia)

Racconto della giornata:

Lasciamo il campeggio e ci dirigiamo verso Barfleur, indicato come uno dei più bei pasi di Francia. Parcheggiamo al porto e dopo pranzo, con un timido sole che fa capolino visitiamo il paese. In realtà l’aspetto più caratteristico e affascinante è il porto che con la bassa marea si abbassa e lascia tutte le barche alla fonda senza acqua. Uno spettacolo inusuale con i locali poi che andavano a fare la pesca a piedi (tra le alghe degli acquitrini rimasti) trovando granchi e aragoste fresche direttamente in porto senza grande fatica. Ci spostiamo sull’altra costa del Cotentin a Barneville-Carteret soprattutto perché da qui partono i traghetti per Jersey. Ci sistemiamo al camping Le Bocage *** (Euro 25,80). Le piazzole sono grandi e tenute con cura, servizi ottimi e tranquillità assoluta. La sera per cena chiediamo consiglio alla signora che gestisce il campeggio che ci indirizza al ristorante (e hotel) Le Cap al porto di Carteret. Possiamo solo ringraziarla. Abbiamo mangiato divinamente scegliendo i menù, frutti di mare e pesce per Sara e foie gras e anantra per me e un ottimo dolce. Ottimo servizio, attenzione ai particolari e prezzo giusto (Euro 70 in due) e ovviamente...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Martedì 31 Luglio 2012

Pernottamento: Barneville-Carteret (Francia)

Città visitate: Barneville-Carteret (Francia)

Racconto della giornata:

Oggi giornata di assoluto riposo, sveglia tardi e quindi passeggiata in tarda mattinata lungo il sentiero dei doganieri. Il cielo è coperto e c’è la bassa marea, ma tornado inizia a schiarirsi e nel pomeriggio migliora. Proprio nel pomeriggio prendiamo la bici e andiamo a Barneville, dove ci sono altri campeggi e la spiaggia principale, ma non ci sembra carino, preferiamo Carteret. Stiamo in spiaggia fino alle sei e poi torniamo in campeggio per una tranquilla serata. Domani dovremmo andare a Jersey se il tempo lo permetterà.

Mercoledì 01 Agosto 2012

Pernottamento: Saint-Malo (Francia)

Città visitate: Le Mont-Saint-Michel (Francia)

Racconto della giornata:

Oggi doveva essere il giorno di Jersey, eravamo davvero pronti, sveglia alle sette, zaino colmo per ogni evenienza, il battello arriva, ma alla biglietteria scopriamo sconsolati che è completo. Niente da fare. Mesti torniamo al camper per predisporre un piano alternativo. La giornata non sembra male, è coperto, ma può migliorare. Così ci mettiamo in strada per Le Mont-Saint-Michel. Facciamo una breve sosta a Granville per vedere se può essere interessante tornare per la notte, ma non sarà così. Verso mezzogiorno arriviamo al monte. Negli anni molto è cambiato ora c’è un posteggio enorme a pagamento dal quale partono le navette gratuite ed hanno costruito tutto un villaggio con hotel, ristoranti e negozi sulla terraferma. Ovviamente bisognerebbe andare la mattina presto o al tramonto per poterlo apprezzare ancor di più, ma quando si è in viaggio è difficile programmare. Almeno siamo fortunati che da coperto spunta un bel sole caldo. Le Mont-Saint-Michel è un complesso monastico e storica meta di pellegrinaggio, costruito sopra un isolotto roccioso davanti le coste della bassa Normandia, in una baia in cui l’ampiezza della marea è la più importante d’Europa. Fu...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Giovedì 02 Agosto 2012

Pernottamento: Saint-Malo (Francia)

Città visitate: Saint-Malo (Francia)

Racconto della giornata:

Dopo un po’ d’indecisione sul da farsi alla fine abbiamo deciso di fermarci a Saint-Malo un altro giorno. Eravamo in dubbio se riprovarci con Jersey, ma da qui il traghetto parte alle 8 ed abbiamo preferito riposarci. La mattina ci svegliamo con un bel sole, poi durante il giorno passano un po’ di nubi, ma nulla di che. Con le bici costeggiamo il porto fino al centro di Saint-Malo, porto turistico e commerciale e importante località balneare della Bretagna. Il centro è posizionato su un isolotto roccioso e conserva intatta la cinta muraria, mentre l’abitato è stato ricostruito dopo la Seconda Guerra Mondiale. Il cuore lo chiamano Intra Muros proprio perché protetto dalle mura ed accessibile solo attraverso una serie di porte. Al suo interno la Cattedrale e soprattutto le stradine piene di negozietti e ristoranti. La città ha dato i natali allo scrittore Chateaubriand sepolto sull’isola Le Grand Bé e al navigatore Jacques Cartier, scopritore del Canada. Giriamo per il centro e fino al faro in fondo al molo des Noires. Torniamo al campeggio dove vicino sorge la Tour Solidor, del 1382 e formata tre torrioni cilindrici e sede di un museo. Nel pomeriggio assoluto riposo...

Leggi tutto »

Venerdì 03 Agosto 2012

Pernottamento: Châlons-en-Champagne (Francia)

Città visitate: Châlons-en-Champagne (Francia)

Racconto della giornata:

Lasciamo Saint-Malo per una tappa di trasferimento, preferiamo seguire la strada normale che è più breve in termini di chilometri, ma forse più lunga in termini di tempo. Passiamo da Alençon, Dreux e quindi Parigi per arrivare infine a Châlons-en-Champagne, nella Marna e che insieme a Reims e Epernay compone il triangolo dello Champagne (nella zona che attraversiamo di vigneti ne vediamo però pochi). In città c’è un camping comunale **** un po’ fuori dal centro (3 Km), ma molto bello e curato (Euro 23,65). Ci sistemiamo qui per la notte e la sera usciamo a cena, ma sarà che è Agosto, ma Châlons-en-Champagne ci delude un po’ essendo deserta e con solo un paio di ristoranti nella piazza centrale del comune. Optiamo per Le comptoir de la Licorne dove mangiamo un Flam Parisienne come antipasto (tipo pizza) e poi un piatto alsaziano con salsicce e stinco (Euro 44,20). Non la scelta più felice. Con le bici vediamo le due mete principali per chi visita la città le chiese di Notre-Dame-en-Vaux (patrimonio UNESCO) e la cattedrale di Saint Etienne e poi torniamo in campeggio.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Sabato 04 Agosto 2012

Pernottamento: Badenweiler (Germania)

Città visitate: Badenweiler (Germania)

Racconto della giornata:

Lasciamo Châlons e la Francia in direzione della Germania. Partiamo verso le nove e ci mettiamo in strada a macinare chilometri. Essendo l’orario quello giusto e avendo un certo languorino decidiamo di fermarci al Buffalo Grill a Moncel Les Luneville vicino a Nancy. E’ una catena francese nata in Francia nel 1980 con oltre 300 locali in Europa che si trova in moltissime zone commerciali francesi. Non l’avevamo mai provata così entriamo e sembra davvero molto americana, mangiamo il menù con l’hamburger e il trio di panna cotta per dessert (Euro 35,80). Wifi gratuito, insalata gratuita e servizio gentile, ambiente da Route 66, insomma ci siamo trovati bene. Ci mancano ancora un po’ di chilometri, ma verso le tre arriviamo a Badenweiler (abbiamo attraversato la Francia senza pagare un Euro di autostrada!). Come possibilità di sosta c’è solo il campeggio Kur & Feriencamping Badenweiler. Il camping è tecnologico e curatissimo, pulito e il proprietario super efficiente (e ovviamente caruccio Euro 31,30). Ci sistemiamo e poi andiamo alle terme, le Cassiopeia che sono in centro. Il paese è piccolo, ma molto bello incastonato sulle colline e circondato dal verde. Le...

Leggi tutto »

Domenica 05 Agosto 2012

Racconto della giornata:

Ultimo giorno di vacanza ed è ormai tempo di tornare. La strada è ancora lunga e lasciamo il campeggio verso le nove e proseguiamo verso sud. Il cielo è coperto e ci sono ancora scrosci almeno fino a Bellinzona dove ci fermiamo a pranzare. Il traffico è intenso, ma scorrevole e per le tre siamo a casa accolti da un caldo afoso.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »


Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente