Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Claudio | 03/08/2007 25/08/2007 | 4 | 1664

Stati Uniti da Ovest ad Est

Venerdì 03 Agosto 2007

Pernottamento: New York (Stati Uniti d'America)

Città visitate: New York (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Finalmente ci siamo. Partiamo presto ed alle 8 siamo già al Terminal 2 di Malpensa a fare il check in al desk Swiss. Iniziamo a fare code, ci vuole quasi un'ora e un altro po’ per il controllo passaporti. Il volo é in orario, meno male visto che a Zurigo abbiamo un transito di solo un’ora. L'aereo è un Airbus 319, pulito, con i sedili in pelle e comodi. Il volo é brevissimo, 35 minuti, tanto che non ce ne accorgiamo neppure. A Zurigo abbiamo solo il tempo di andare al gate al terminal E con lo shuttle perché stavano già imbarcando. Saliamo con il timore per le nostre valigie. Siamo in fondo all'Airbus 330 con combinazione Economy 2-4-2. Il posto non é grande, ma non ci si può lamentare. Il servizio Air Swiss é buono e devo dire che il pasto principale non delude per niente (il cioccolato fa da padrone in più forme: in barre, mousse e gelato!). Ogni posto ha la sua televisione e quindi l'intrattenimento é personalizzato (io ho visto I Robinson e 300!) e il volo dura circa 9 ore. Arriviamo all'aeroporto internazionale JFK di New York. Il primo problema é il controllo passaporti, quasi due ore di coda per prendere a tutti gli stranieri impronte digitali e foto. A me e...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Sabato 04 Agosto 2007

Pernottamento: New York (Stati Uniti d'America)

Città visitate: New York (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Inizia la prima giornata piena a NYC. Il sole splende e l'umidità e l'afa non danno tregua. Nel weekend la città si svuota dei newyorkesi ed é lasciata in balia dei turisti. Ci svegliamo presto e facciamo una prima colazione, siamo affamati, in un bar vicino all'Hotel, poi una seconda con gli altri alle 9 a base di pancakes e bacon. Partiamo lanciati incamminandoci verso sud a piedi. Visita a Washington Square poi al quartiere di Soho. Prendiamo poi la Metro Card per andare al WTC. Sono passati sei anni, ma rimane ancora un gran vuoto. I lavori proseguono incessanti visto che per il 2010 é prevista l'inaugurazione delle nuove strutture con la Freedom Tower ed il memoriale. Ora c'é ben poco da vedere. Andiamo nel Financial District a vedere Wall Street e Trinity Church. Siamo in mezzo al palazzi, al cuore finanziario della città e del mondo. Passando per Battery Park prendiamo il traghetto gratuito per Staten Island. Mezz'ora per andare e mezza per tornare lambendo la Statua della Libertà e vedendo Manhattan dal mare. Ci perdiamo poi per il Brooklin Bridge. Fermate chiuse, linee soppresse, la metro é la nostra croce. Alla fine sbuchiamo nel quartiere di Brooklyn e ci...

Leggi tutto »

Links utili:

Domenica 05 Agosto 2007

Pernottamento: New York (Stati Uniti d'America)

Città visitate: New York (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Ieri la zona sud di Manhattan, oggi quella nord. Il programma é altrettanto fitto. Facciamo colazione verso le 9 al bar vicino all'Hotel a base di muffin e cappuccino in versione americana poi ci dirigiamo alla metro per andare a Times Square. Assolutamente da lasciare senza parole sia di giorno sia di notte. Siamo un punto tra i grattacieli e le insegne luminose che coprono le facciate. Sono centinaia le pubblicità e la sera la piazza é illuminata a giorno. Si ha la sensazione di essere al centro del mondo. Nelle vie laterali i teatri dei musical, ce ne sono a decine, ma il tempo é tiranno e la domenica sera alcuni non ci sono!! Proseguiamo per la quinta strada per il Rockfeller Center. In ogni angolo sembra di essere in un film, é un "già visto". Le bandiere, la fontana, la statua dorata, la NBC, il Radio Music Hall e la Trump Tower. Le boutique più famose si susseguono una dopo l'altra, al confine con Central Park, anche l'Apple Store. Senza parole, ho anche preso in mano l'iPhone. Entriamo nel grande parco dove facciamo un boccone mangiando hot dog e frutta. Lo percorriamo verso nord per il Guggenheim (per lavori esternamente non si vede!!). Non entriamo a visitarlo, ma...

Leggi tutto »

Lunedì 06 Agosto 2007

Pernottamento: San Francisco (Stati Uniti d'America)

Città visitate: New York (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Abbiamo solo una mezza mattinata a disposizione visto il volo nel pomeriggio per San Francisco. Decidiamo di visitare i due quartieri di Chinatown e Little Italy. Oggi c'é una cappa infernale con un'umidità alle stelle ed il cielo é coperto. La visita dura poco, Chinatown é sporca e confusa, Little Italy é piccola ed ancora addormentata e poi inizia anche a piovere. Torniamo a Times Square per un ultimo giro ed all'una e mezza torniamo all'albergo per riprendere le valigie e farci portare in taxi al terminal 7 del JFK. Mangiamo due frutti e facciamo il check in. Ci imbarchiamo alle sei con un'ora di ritardo. Il volo United, un Boeing 757, scorre liscio ed atterriamo comunque puntuali. Scopriamo invece che in volo servono solo soft drinks e snacks, se si vuole mangiare si paga! In aeroporto ritiriamo i bagagli ed uscendo attendiamo il bus navetta gratuito per il Good Nite Inn che é a meno di 10 min dal terminal. L'albergo é pulito, con piscina e le stanze (doppia con due letti matrimoniali per 4 persone) ampie e confortevoli. Disfiamo le valigie ed ordiniamo una pizza da Domino’s. Ci vuole un'ora ed é quasi mezzanotte quando, docciati, ceniamo. Stanchi spegniamo le luci e...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:

Martedì 07 Agosto 2007

Pernottamento: San Francisco (Stati Uniti d'America)

Città visitate: San Francisco (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Usufruiamo della colazione continentale inclusa e poi verso le nove siamo pronti per andare in centro. In teoria dovremmo prendere lo shuttle gratuito per l'aeroporto e poi la BART, ma due ragazzi messicani si offrono di darci un passaggio fino all'Embarcadero. Che fortuna!! In mezz'ora siamo nel Financial District dove abbiamo appuntamento alle 11 con le zie. Facciamo una breve escursione all'Embarcadero dove ci sono ristoranti e bar di ogni tipo poi andiamo all'Hayatt dove ci attendono. Ci salutiamo calorosamente e poi andiamo a mangiare al Fisherman Wharf, al ristorante Fraciscan da cui si gode una spettacolare vista su Alcatraz. San Francisco si rivela piano piano una città pulita, a misura d'uomo, efficiente e molto europea. Dopo il pranzo a base di granchi, ci portano in gita sul battello che dura un'ora e che permette di vedere Golden Gate e Alcatraz dalla baia ed una spettacolare vista della città. Al termine della crociera Maria e Paula ci devono lasciare per tornare a casa, dall'altra parte della baia. Le salutiamo affettuosamente con l'augurio di rivederci presto. Il sole ci grazia, ma le temperature sono basse rispetto a NYC. Il Pier 39 é un grande centro...

Leggi tutto »

Mercoledì 08 Agosto 2007

Pernottamento: San Francisco (Stati Uniti d'America)

Città visitate: San Francisco (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Oggi la zia ha prenotato un tour guidato di San Francisco, noi quattro insieme a lei per le strade della città su un pulmino con guida che parla italiano (o almeno ci prova). Il ritrovo è verso le 10 in centro e poi si parte per un tour di tre ore. Personalmente non sono molto entusiasta perché le possibilità di fermarsi e fare fotografie sono poche ed è molto mordi e fuggi, d’altro canto se non l’avessimo fatto il tempo era talmente poco che non avremmo visto nulla di San Francisco per cui alla fine devo dire che siamo stati contenti. Abbiamo così visto le case vittoriane, il Golden Gate Bridge dall’altra sponda, il mulino, tutto il centro della città. Peccato non esser riusciti ad andare sul punto più alto, Twin Peaks, a causa della nebbiolina che impediva la vista. Finito il giro abbiamo cercato di sdebitarci almeno in parte portando mia zia in uno dei ristoranti del molo, lo Scomas, che si è rivelato una buona scelta. Zuppa di pesce e granchio erano davvero buoni. Nel pomeriggio facciamo ancora qualche giro, ma verso le 5 dobbiamo iniziare il ritorno perché dobbiamo ritirare la macchina dalla Hertz. Salutiamo la zia con la promessa di rivederla domani a casa...

Leggi tutto »

Giovedì 09 Agosto 2007

Pernottamento: Fresno (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Cupertino (Stati Uniti d'America), Los Altos (Stati Uniti d'America), Mountain View (Stati Uniti d'America), Yosemite Ntl Park (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Con nostro estremo rammarico è giunto il giorno di lasciare San Francisco. Dobbiamo partire abbastanza presto perché la tappa di oggi è impegnativa. Facciamo l’ultima colazione e verso le sette lasciamo la camera e carichiamo tutto sulla nostra Ford Taurus dove ci sta tutto senza alcun problema. Le prime tappe di oggi sono semplici fotografie: la prima davanti alla sede di Google ( Charleston road 1350) a Mountain View e poi davanti alla Apple (Infinite Loop 1) a Cupertino. Nella Silicon Valley riconosciamo alcune delle aziende più famose e protagoniste degli ultimi anni, qui hanno sede anche Oracle, Yahoo! e HP e decine di altre aziende che lavorano nel software, IT, etc.. Lo store della Apple apre alle 10 e mezza e con estremo dispiacere dobbiamo rinunciare ad aspettare l’apertura, sono solo le 8 e gli impiegati stanno arrivando. Già che ci siamo facciamo un salto a vedere il garage (Christ drive 2066, Los Altos) dove Steve Jobs, CEO della Apple, ha inventato il primo computer della Mela. Riprendiamo l’autostrada verso casa di mia zia dove abbiamo promesso di fare una visita, seppur veloce. La casa di trova in un delizioso quartiere residenziale che è come nei film....

Leggi tutto »

Venerdì 10 Agosto 2007

Pernottamento: Bell Gardens (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Lasciamo il nostro motel dove a colazione incontriamo degli italiani per dirigersi verso il Sequoia NP. La strada inizia a salire e, abbastanza velocemente, leggiamo 5000/6000 piedi e la temperatura diventa piacevole, quasi fredda (anche 19 gradi). Entriamo dalla 120 all'ingresso nord di Kings Canyon/Sequoia NP. La prima meta é General Grant. Rimaniamo senza parole quando vediamo la prima sequoia. Sono davvero enormi. Scendiamo e la strada si fa sempre più tortuosa. Mangiamo della frutta in un'area pic nic e poi andiamo a vedere con una passeggiata nel bosco la sequoia più grande: General Sherman. La vista é fantastica e lungo la strada ci sono scorci davvero suggestivi. Iniziamo a scendere e la temperatura inizia a salire raggiungendo i 38 gradi. La strada per Los Angeles é monotona sono più di 300 chilometri che non passano mai. Dalla periferia nord al nostro hotel, Ramada di Bell Gardens, ci sono 50 chilometri di code e traffico intenso. Arriviamo verso le 7 e mezza ed andiamo subito a mangiare al vicino Applebee’s. E’ un ristorante tipico americano, tematizzato a seconda del paese o quartiere che lo ospita con le foto, le squadre e gli eventi del vicinato. Buono....

Leggi tutto »

Links utili:

Sabato 11 Agosto 2007

Pernottamento: Bell Gardens (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Giornata completamente dedicata alla visita degli Universal Studios. Non si può venire a Los Angeles senza programmare almeno una visita ai suoi parchi di divertimento famosi in tutto il mondo. In effetti a fine giornata capiamo il perché, gli Universal sono uno dei più bei parchi mai visitati. L’ingresso al parco costa 51 USD ed apre alle 9 fino alle 20. Come prima attrazione ci dirigiamo verso Jurassic Park dove poi nella giornata si formano le code maggiori. Spettacolare, ma usciamo completamente bagnati. Via poi alla Mummia (brividi) e poi uno dopo l’altro infiliamo tutte le attrazioni (Shrek 4-D, Backdraft ed House of Horrors) e spettacoli (Fear Factor Live e Waterworld). Facciamo anche l’attrazione di Ritorno al Futuro che chiude quest’anno. Nel mezzo anche lo Studio Tour, il tour guidato su alcuni set in particolare quello di Desperate Housewife che stanno girando in questi giorni per cui perfetto in ogni particolare, macchine comprese. Il cibo all’interno del parco è molto caro, mentre le code sono ben gestite e non ne abbiamo mai fatte molte. Finiamo la nostra visita addirittura prima della chiusura. Facciamo quindi un giro per il villaggio appena...

Leggi tutto »

Domenica 12 Agosto 2007

Pernottamento: Bell Gardens (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Beverly Hills (Stati Uniti d'America), Santa Monica (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Oggi strade divise. Matteo e Manu vanno al parco di Six Flags con la macchina, mentre noi abbiamo la domenica per girare Los Angeles. Almeno così era la nostra idea in realtà ci siamo accorti che girare questa città senza macchina è davvero impossibile e per spostarsi ci vogliono ore. Infatti per andare a Rodeo Drive ci impieghiamo circa due ore e mezza. Prendiamo prima il bus alla stazione vicino all’hotel insieme ai messicani che vanno a messa, poi la metro con facce poco raccomandabili fino a downtown, poi ancora metro ed infine bus. Scendiamo però all’inizio di Beverly Hills e per arrivare a Rodeo Drive ci vuole ancora un’ora a piedi. A Rodeo Drive sono concentrate tutte le grandi firme e le vetture che girano lo testimoniano. Principalmente turisti affollano questa piccola via che non impieghiamo molto a girare. Decidiamo allora di andare a Santa Monica, ma dobbiamo riprendere il bus che ci porta praticamente sulla spiaggia, ma dopo una buona mezz’ora. Mangiamo sul molo al ristorante messicano Mariasol, buono e comunque economico, e poi andiamo a fare un giro in spiaggia. Prima a Muscle Beach e poi proprio in riva al mare per vedere da vicino il Pacifico e le...

Leggi tutto »

Links utili:

Lunedì 13 Agosto 2007

Pernottamento: Bell Gardens (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Los Angeles (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Abbiamo già il biglietto prenotato dall’Italia alcuni mesi fa (costati 37 Euro) e ci spiacerebbe arrivare in ritardo e perdere il VIP Tour dei Warner Bros. Studios. Quando imbocchiamo l’autostrada infatti siamo completamente fermi. Panico. Non arriveremo mai in orario!! Poi il traffico si muove e riprendiamo fiato. Arriviamo al parcheggio antistante l’ingresso un quarto d’ora in anticipo. Le statue di Duffy Duck e Bugs Bunny ci attendono. Il tour dura circa due ore e si passa con la guida sui set delle maggiori produzioni cinematografiche e non di questi ultimi anni. In particolare Gilmore Girls (Una mamma per amica), ER, Friends ed Heros. Siamo riusciti a vedere il set del famoso Central Perk di Friends. Alcune delle serie TV più famose al mondo sono state girate in questi enormi capannoni. In realtà si vede ben poco e di attori e divi di Hollywood neppure l’ombra. Finito decidiamo di andare al mare, verso Venice dove parcheggiamo proprio in spiaggia e dove percorriamo tutta la passeggiata vista decine di volte in film e serie TV. Mangiamo in uno dei ristorantini alle spalle della spiaggia e poi facciamo ancora un giro. Il tempo vola e ben presto dobbiamo ritornare...

Leggi tutto »

Links utili:

Martedì 14 Agosto 2007

Pernottamento: Las Vegas (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Death Valley (Stati Uniti d'America), Las Vegas (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

E' arrivato il momento di lasciare Los Angeles e la California. Il cielo é sereno, ci aspetta una lunga giornata calda sulle strade del sud della California. La sveglia é presto, prima delle sette siamo a fare colazione all'hotel poi check out e via in autostrada. Il traffico é abbastanza scorrevole, nel senso opposto invece la coda é continua. La prima meta é Barstow, una cittadina di 20mila abitanti nel deserto, che vanta un grande outlet con alcune marche famose come Tommy Hilfiger, Ralph Lauren e Levis. I capi hanno prezzi davvero vantaggiosi, si pensi a jeans Levis a soli 29.99 USD. Pochissimo. Facciamo incetta, ma giriamo per quasi due ore. Siamo in ritardo sulla tabella di marcia. A mezzogiorno lasciamo il centro verso la Death Valley. La temperatura continua a salire, il punto più caldo a Furnace creek dove raggiunge i 49 gradi. Il parco (non paghiamo avendo fatto la tessera annuale) ha scorci spettacolari come lo Zabrieske point, Devil golf e Artist Palette. Sono quasi le 6 quando lo lasciamo, con il sole pronto a tramontare. Che caldo. Ci mancano ancora 160 chilometri a Las Vegas. Il viaggio si snoda tra canyon e gole e paesi semideserti. Las Vegas é alle porte...

Leggi tutto »

Mercoledì 15 Agosto 2007

Pernottamento: Las Vegas (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Las Vegas (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

E' Ferragosto, ma a Las Vegas ogni giorno é uguale al precedente. Ci svegliamo "tardi", verso le 9. La nostra giornata di relax sarà invece intensa di eventi. Saltiamo direttamente la colazione per goderci almeno un paio d'ore sulla piscina all'ottavo piano. Non enorme e non riscaldata ci rinfreschiamo ugualmente anche con la doccia. Il tempo vola visto che decidiamo di andare a mangiare al buffett del Luxor, dall'altra parte dello Strip. Ci vuole almeno un'ora prendendo la monorail che con 9 dollari ci porta per un giorno intero su e giù dalla Strip. Il buffett costa 15 dollari e si mangia dall'antipasto al dolce e sono comprese le bevande (analcoliche). Davvero non male, alcuni piatti lasciano a desiderare, ma i dolci sono davvero ottimi. Il tempo vola, torniamo al nostro hotel per riprendere la macchina ed andare all'outlet di Las Vegas, dall'altra parte. Facciamo tutto lo Strip in macchina e finalmente ci facciamo un'idea delle proporzioni della città. Qui troviamo gli hotel e casinò più belli e coreografici. Si susseguono uno dopo l'altro il Bellagio, il Paris, il Venitian, il Tresure Island ed il famosissimo Cesar Palace. Grandiosi e curati nei particolari rendono...

Leggi tutto »

Giovedì 16 Agosto 2007

Pernottamento: Page (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Page (Stati Uniti d'America), Zion Ntl Park (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Ci concediamo una sveglia alle 9 visto che i chilometri da fare oggi non sono moltissimi. Facciamo il check out e lasciamo Las Vegas verso lo Zion NP e Page. Il viaggio é senza problemi e le temperature sono decisamente più normali (a 30 gradi ci sembra già fresco). Pranziamo lungo la strada prima dell'ingresso del Parco, da Wendy’s. Abbiamo deciso di provare le diverse catene di fast food che ci sono ad ogni angolo di ogni singolo paese americano (tranne McDonalds). L'ingresso dello Zion NP costa 25 dollari, ma con la nostra card entriamo senza ulteriori pagamenti. Il grosso del parco lo si visita con il trenino, ma non abbiamo molto tempo e facciamo solo la parte di strada aperta al pubblico. Ci sono comunque degli scorci affascinanti, ma tra i parchi visti questo é stato il meno entusiasmante. La strada scorre sotto le nostre ruote e, tra deboli piogge e momentanee schiarite, arriviamo infine a Lake Powell. La diga, Glen Canyon Dam, é spettacolare come il ponte sospeso sul canyon. Page é un piccolo paese estremamente turistico, di italiani ce ne sono a decine, ma principalmente si tratta di una tappa di passaggio. Gli hotel/motel ce ne sono 28 e la sera si riempiono...

Leggi tutto »

Links utili:

Venerdì 17 Agosto 2007

Pernottamento: Cameron (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Monument Valley (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Nella notte soffiava vento ed ha anche piovuto per cui temiamo di non riuscire a vedere l'Antelope NP. La sveglia la facciamo un'ora prima del previsto perché facciamo un po’ di casino con i cambi di ora. Meglio così perché abbiamo il tempo di fare colazione al vicino Denny's. Prendiamo succo d'arancia e pancakes che ci riempiono e soddisfano. Dopo una veloce foto alla diga di Page usciamo circa 12 miglia per l'ingresso del parco gestito dai Navajo che fanno pagare 6 dollari a persona più 20 per il tour che deve essere fatto necessariamente o con loro o (spendendo qualcosa in più) con i tour organizzati di Page. Il tempo é bello e la pista per raggiungere il passaggio é praticabile per cui partiamo per il tour alle 10 e 20 (partono ogni 15/30 minuti). Dopo il breve tragitto in jeep con la guida ci addentriamo nell'Antelope che, con la luce che filtra dall'alto, si illumina e ci stupisce con le sue pareti levigate ed i giochi di luce. Siamo felici di esser riusciti a visitarlo. La tappa successiva é la famosa Monument Valley che dista circa 180 chilometri. Mangiamo un boccone al volo al Vistor Center del parco dove si pagano 5 dollari a persona. In questi parchi gestiti...

Leggi tutto »

Sabato 18 Agosto 2007

Pernottamento: Phoenix (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Grand Canyon (Stati Uniti d'America), Phoenix (Stati Uniti d'America), Williams (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

E' nostro dovere consigliare questo hotel: pulito, la camera grande e spaziosa, una bella vista ed economico (in quattro per stanza!). Ci svegliamo alle 8 e mezza, ci prepariamo ed andiamo a fare colazione dove abbiamo cenato ieri. Prendiamo la colazione speciale del posto: una mega pasta fritta grande quanto il piatto da mangiare con il miele o con lo zucchero e cannella. Buona. Molto buona. Ci mettiamo in viaggio verso il Grand Canyon che dista circa 80/90 chilometri. La strada é comoda ed arriviamo verso le 11 al parco, questa volta con la tessera non paghiamo (sarebbero 25 dollari a vettura). Facciamo il classico percorso in macchina e ci fermiamo a fare le classiche fotografie ai vari view point lungo il percorso. La vista é impressionante, pensiamo che scendendo lo sia ancora di più e che comunque l'orario migliore sia il tramonto. I vari punti sono belli, ma poi si assomigliano un pò. Decidiamo di uscire che sono le due e vogliamo arrivare a Phoenix per la sera. Ci mettiamo in strada a macinare miglia ed a Williams facciamo una fortunata deviazione per vedere la Route 66 e capitiamo nel mezzo di una manifestazione di auto storiche. Facciamo foto a raffica e ripartiamo...

Leggi tutto »

Links utili:

Domenica 19 Agosto 2007

Pernottamento: Denver (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Dobbiamo lasciare la costa pacifica, ma la costa pacifica non sembra pronta a lasciare noi. Facciamo una mezz'ora in piscina al Radisson, paghiamo (56 USD in quattro!!) ed andiamo verso l'aeroporto che dista pochi chilometri. Portato al pieno il serbatoio siamo pronti a restituire la nostra Ford Taurus che é stata un'ottima compagna di viaggio (con lei abbiamo percorso 2239,60 miglia!). La riconsegna é velocissima, una rapida occhiata, il controllo del pieno e siamo fuori. La brutta notizia ci aspetta però al check in del Terminal 2. Il nostro volo, UA1470 é in ritardo di ore e non riusciremo a prendere la coincidenza a Denver. Decidiamo comunque di aspettare sapendo che stiamo perdendo un giorno in spiaggia a Miami, ma non ci sono alternative, bisogna andare a Denver o aspettare il giorno dopo e prendere il diretto. Come prima cosa mangiamo qualcosa visto che sono le due al ristorante che si rivela un po’ schifoso e costoso. La giornata la passiamo in aeroporto visto che il volo è in ritardo di due ore, poi 3, poi 4 ed infine 5. L'aereo é bloccato a Las Vegas per problemi meccanici, deve andare a Denver e poi a Phoenix dove arriva solo alle 19.30. Il sole é tramontato e...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Lunedì 20 Agosto 2007

Pernottamento: Miami (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Dormiamo beati per 6 ore, dall'una fino alle 7 nel morbido letto dell'Hilton. Un peccato non poter usufruire maggiormente dei servizi dell'hotel. E' ancora presto e stiamo facendo colazione (succo e muffin) con i sei dollari offertici dalla TED. Prendiamo il bus navetta gratuito per l'aeroporto alle 8 e verso le nove facciamo il check in. L'aereo é schedulato come "on time" alle 10 e 40. Speriamo. Andiamo direttamente al Gate B con il trenino dopo i soliti controlli di routine e ci imbarchiamo regolari. Una notizia! I posti a bordo non sono il massimo, tutti separati ed io sul corridoio con un bebé di fianco. Il volo procede regolare ed alle 4 e 20 ora di Miami atterriamo. Ritiriamo i bagagli ed andiamo alla National. La macchina che abbiamo prenotato oltre ad essere piccola é priva di qualsiasi assicurazione e rimaniamo fregati. Dobbiamo prendere la macchina più grande e l'assicurazione, alla fine paghiamo 406 dollari per 6 giorni. Una fortuna. Alla consegna ci fanno scegliere addirittura un SUV della Toyota. La macchina é grande, ma é sporca e puzza. Niente a che vedere con il servizio Hertz. Imbocchiamo la strada verso nord per l'hotel che raggiungiamo in 40 minuti. Il...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Martedì 21 Agosto 2007

Pernottamento: Miami (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Miami (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Prima giornata semi-rilassante della vacanza. Ci svegliamo tardi ed andiamo in spiaggia. In realtà i piani vengono un po’ sballati dalle distanze, perché per andare all'Apple Store ci mettiamo ore ed arriviamo a South beach solo verso le tre. Il caldo é insopportabile, umido. Parcheggiamo sulla strada costiera ed andiamo a mangiare un'insalata su uno dei locali che lì si trovano, tutti in stile Art Decò. Al contrario dell'altra costa qui gli italiani sono molti di più. Troppi. Mangiamo ed andiamo in spiaggia che sono le quattro. La spiaggia é lunghissima e l'oceano é leggermente mosso, ma la brezza ci da solo sollievo. Distendiamo i nostri teli e ci facciamo baciare dal sole per una buona ora. Poi il bagno, entriamo facilmente visto che la temperatura é ottimale. Il tempo sta cambiando ed abbiamo solo il tempo di una doccia prima che inizi a piovere. Torniamo in hotel, ci vuole un'oretta perché sulla strada troviamo continue code, e ce ne stiamo un po’ in piscina. Facciamo l'idromassaggio e poi la doccia. La serata si fa tarda ed allora decidiamo di prendere una pizza da Domino's che dista meno di un chilometro. Andiamo a prendercela ed in breve ci troviamo a...

Leggi tutto »

Mercoledì 22 Agosto 2007

Pernottamento: Miami (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Key West (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Il tempo come al solito é variabile, ma non ci sembra eccessivamente brutto. Per oggi é prevista la gita alle Keys, appendice meridionale della Florida. Si tratta di una serie di isole, collegate tramite ponti, che portano a Key West il punto più a sud degli Stati Uniti continentali a soli 149 chilometri da Cuba. Le Keys sono suddivise in Upper, Middle e Lower, le attraversiamo tutte partendo alle 7 e mezza. Il viaggio però é più lungo del previsto, facciamo code uscendo da Miami ed i limiti sono bassi (45 e 55 mph). I controlli sono continui e le pattuglie sempre all'allerta per cui preferiamo non rischiare. Solo verso mezzogiorno arriviamo a Key West. Il paese é molto caraibico (case in stile, vegetazione rigogliosa, caldo umido), con le navi da crociera attraccate, un po’ sporco e molto turistico. Ci fermiamo per qualche foto e per il pranzo. Nel frattempo riusciamo però a prendere una multa di 35 USD perché abbiamo parcheggiato in senso contrario al traffico. Errore nostro, ma in Italia non é una violazione. Paghiamo a malincuore e ci spostiamo 50 chilometri più a nord perché qui le spiagge non sono granché, ci aspettavamo quelle caraibiche. Ci fermiamo al parco...

Leggi tutto »

Giovedì 23 Agosto 2007

Pernottamento: Miami (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Fort Lauderdale (Stati Uniti d'America), Pompano Beach (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Questa dovrebbe essere la prima vera e propria giornata di completo relax di questa estate 2007. Nel programma esclusivamente mare e sole. Iniziamo la giornata abbastanza tardi con un’abbondante colazione da Ihop, catena americana specializzata nella colazione, che offre pancakes in tutte le varianti (ben 14) più le immancabili uova, bacon e salsicce. E’ una catena che c’è da 45 anni presente il 49 Stati con 1309 punti di ristorazione. Uno ad ogni angolo!! Mangiamo a sazietà in modo da saltare il pranzo ed andare direttamente alla cena. Prima tappa la spiaggia di Fort Lauderdale così in voga negli Springbreaks degli anni Sessanta. La spiaggia è lunghissima, sulla strada, con il parcheggio gratuito vicino. Ci sistemiamo e ci mettiamo al sole. Verso le due e mezza cambiamo spiaggia per andare a Pompano Beach. Parcheggiamo nell’hotel gemello al nostro che dà sulla spiaggia e ci rimettiamo al sole. Immancabile bagno e tintarella fino alle sei circa quindi torniamo in appartamento per prepararci per la sera. Il programma è semplice, mangiare il più possibile alla churrascaria vista ieri nel Dolphin Mall. Con 42 dollari si mangia a volontà. Beh, li vale davvero tutti....

Leggi tutto »

Venerdì 24 Agosto 2007

Pernottamento: Miami (Stati Uniti d'America)

Città visitate: Miami (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Stamattina la sveglia era puntata alle 9 e mezza, in realtà prima della dieci non ci siamo alzati. Come prima cosa siamo andati alla reception per chiedere un aiuto per la possibile multa di ieri. L'unica cosa da fare é fare un assegno o un money tranfer alla società che gestisce la strada e pagare così il dollaro. Vedremo se basta. Noi l'abbiamo fatto ed anche preparato una lettera di accompagnamento. Già qualcuno prima di noi aveva sbagliato con la Highlander. Facciamo colazione da Donkin’ Donuts, ciambelle e caffé americano bollente che é già mezzogiorno. Ci dirigiamo verso sud verso la zona centrale di Miami al Bayside Mall. Parcheggiamo al coperto e facciamo un giro per i negozi, ma fa davvero caldo e l'afa é insopportabile. Ben presto torniamo in macchina ed andiamo verso Key Biscane ed il parco dove con 5 dollari a vettura entriamo e ci mettiamo in spiaggia. Io sono un po’ scottato e la maglietta la tengo, ma almeno immergendo i piedi ci si rinfresca e la brezza aiuta. Stiamo in spiaggia fino alle 5 e mezza poi torniamo verso Miami, percorrendo prima South Beach e quindi Miami Beach. Ripercorriamo in macchina la zona più in della città dove sono concentrati...

Leggi tutto »

Links utili:

Sabato 25 Agosto 2007

Ho pernottato in viaggio

Città visitate: Fort Lauderdale (Stati Uniti d'America)

Racconto della giornata:

Ultimo giorno di vacanza. Avremmo così tante cose da fare, ma il tempo ormai è agli sgoccioli tanto che non ci arrabbiamo vedendo il cielo tutto coperto. La sveglia è verso le nove, saltiamo direttamente la colazione ed iniziamo a preparare le valigie. Le ragazze invece vanno alla Spa dell’hotel dove non riescono a fare i massaggi, ma almeno si concedono una French manicure che dura fino a mezzogiorno. Soddisfatte del risultato ci muoviamo verso l’ultimo appuntamento americano. Prima tappa all’ufficio postale per spedire le cartoline poi verso il centro di Fort Lauderdale per mangiare da Bubba Gump. Consigliato in molti diari di bordo resta il nostro ultimo sfizio. Ispirato al film Forrest Gump, all’intero troviamo cimeli più o meno veri del film. Tutto molto curato tanto che sembra davvero di essere in Alabama. Il menù ruota attorno ai gamberi offerti in tutte le varianti, ma si può trovare anche il buon hamburger. Scegliamo tutti Coca-Cola per goderci l’ultimo refill e poi gamberi ed hamburger e teniamo il posto anche per il dolce. Ormai ci siamo ambientati ed usciamo entusiasti. Un signor ultimo pranzo. C’è poi tempo per prendere l’ultima fregatura al...

Leggi tutto »

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Links utili:


Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente