Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Claudio | 04/08/2002 18/08/2002 | 3 | 1119

In giro per l'Olanda

Domenica 04 Agosto 2002

Pernottamento: Bad Ragaz (Svizzera)

Città visitate: Bad Ragaz (Svizzera)

Racconto della giornata:

Alle 13 partiamo per l’Olanda e per me è la prima giornata alla guida del camper e mi sono fatto il passo del San Bernardino come prima prova. Visti i limiti del camper il viaggio scorre tranquillo e per sera arriviamo a Bad Ragaz, un paese termale molto bello in Svizzera. Peccato il tempo non sia bello perché il posto con i prati verdi, il golf, le montagne e le tipiche casette svizzere, col sole sarebbe stato molto più invitante. Facciamo un giro prima di cena e poi tranquilla serata in camper.

Lunedì 05 Agosto 2002

Pernottamento: Bad Schönborn (Germania)

Racconto della giornata:

Giornata di trasferimento in autostrada con una lunga tirata per arrivare in Germania fino alla città termale di Bad Schonborn. Niente in paragone al paesino svizzero di ieri, in termini di bellezza e tipicità, qui di gente ce n’è poca in giro e il posto è un po’ triste. Parcheggiamo davanti la piscina termale il cui ingresso costa 8 euro. Ci sono tutti gli anziani che dalle 9 del mattino alle 22 di sera affollano l’impianto, ma dopo tanti chilometri un po’ di relax ci sta bene, così programmiamo di andarci domani mattina.

Martedì 06 Agosto 2002

Pernottamento: Bad Neuenahr-Ahrweiler (Germania)

Città visitate: Bad Neuenahr-Ahrweiler (Germania), Oberwesel (Germania)

Racconto della giornata:

Mattinata alle terme, la temperatura dell’acqua sfiora i 30 gradi e la temperatura all’interno dell’impianto è ancora più alta. La piscina è per metà anche all’aperto e fuori è uno spettacolo. Prima gli idromassaggi potentissimi, poi nell’altra una corrente per farti trasportare, altri getti dall’alto e dal basso. Veramente rilassante. Siamo partiti abbastanza sul tardi e abbiamo infine pranzato a Oberwesel, sul Reno. In un parcheggino lungo il fiume con le chiatte ed i battelli che passavano ininterrottamente. Il paese e bello, ma un po’ deserto. Fortificato era una delle roccaforti dove si pagavano i dazi per passare lungo il fiume che da qui va direttamente verso l’Olanda. La sera arriviamo in un’altra città termale Bad Neuenahr Ahrweiler. Abbiamo dormito vicino il campo sportivo e abbiamo girato per il Ahrweiler. Il paese mi ricorda molto la Main street di Disneyland. Dormiamo qui.

Mercoledì 07 Agosto 2002

Pernottamento: Urk (Olanda)

Città visitate: Urk (Olanda)

Racconto della giornata:

Dalle terme a Urk, in Olanda, dove ci siamo fermati al campeggio del paese. La sera siamo usciti a mangiare in un piccolo ristorantino sotto il faro. Bello. Ho mangiato una sogliola e delle cozze. Molto buone le salsine. Il conto? 25 euro a testa con il vino. E’ venuto anche il nostro cane che è stato bravissimo. Poi abbiamo fatto un giro per il paese. Il porto, le barche, i rimorchiatori ed i marinai sbronzi sui pescherecci. Il campeggio qui è costato 26 euro, 3 persone, cane e camper.

Links utili:

Giovedì 08 Agosto 2002

Pernottamento: Giethoorn (Olanda)

Città visitate: Giethoorn (Olanda)

Racconto della giornata:

Stamattina siamo partiti dal campeggio di Urk (dove nelle manovre per scaricare ho distrutto il mio primo palo e rovinato il portabici!!) per andare verso il paese sull’acqua. Una specie di Venezia in miniatura. Al mattino siamo andati anche al supermercato. Abbiamo poi mangiato a Giethoorn dove passeremo anche la notte. Il pomeriggio l’abbiamo passato facendo un giro con una barchetta in affitto per i canali del paesino e poi passeggiata. La sera siamo andati nel campeggio “de Bramen”. Bello, piccolino con l’erba che sembrava quella dei campi da golf (solo 12,5 Euro).

Venerdì 09 Agosto 2002

Pernottamento: Uitdam (Olanda)

Città visitate: Enkhuizen (Olanda), Marken (Olanda), Uitdam (Olanda)

Racconto della giornata:

Giornata faticosa per gli spostamenti, dal bel paesino siamo finiti prima sulla lunghissima diga di 30 Km di lunghezza e 80 m di larghezza. A pranzo ci siamo fermati ad Enkhuizen un paese sul mare con un bel porticciolo. Abbiamo mangiato lì, ma nessuno sembrava entusiasta. Certo che il posto meritava al massimo un giro di una mezz’ora. Non di più. Infine verso le 17 siamo giunti nel posto peggiore, quello segnato su ogni guida turistica dove pullman, camper e macchine ne affollavano il parcheggio. Marken era un bel paese di pescatori con le casine tutte verdi affacciate sul porticciolo, adesso lo è ancora, ma pieno, straboccante di turisti, soprattutto italiani e spagnoli. A tre chilometri il campeggio “Uitdam”. Non certo il campeggio dei sogni affollatissimo com’è di camper italiani. La sera piove a dirotto.

Links utili:

Sabato 10 Agosto 2002

Pernottamento: Uitdam (Olanda)

Città visitate: Amsterdam (Olanda)

Racconto della giornata:

Oggi giro nella capitale olandese. Sveglia alle 8 e partenza ad 8 e mezza. Parcheggiamo vicino alla Stazione Centrale su un ponte a pochi passi dal centro. La visita parte percorrendo tutto il corso Damrak fino al Nationaal Monumentum, qui passiamo davanti al Museo del Sesso ed a un bistrot con le ragazze con mini vestiti che servono. Andiamo verso la piazza lastricata del Nieuw Markt dove domina il Waag del XV secolo e poi a vedere l’“Amsterdam”, una East Indianman ormeggiata davanti il Museo marittimo nazionale. Niente di eccezionale per ora la città. Anzi, deludente. Piove e in giro non si vede bella gente, le strade sono sporche ed agli angoli delle strade si incontrano i vari spacciatori neri-caraibici che vendono di tutto a tutti. Prima del pranzo passiamo per il ponte levatoio tipico olandese in legno di Magere Burg, il ponte più fotografato della città, e quindi per il mercato galleggiante dei fiori di Bloemenmarkt, nella cerchia dei canali est. Mangiamo un panino al ristorante italiano “Il Girasole”. A pomeriggio ormai inoltrato ci incamminiamo verso il camper per le vie dei negozi. Ce ne sono a centinaia e la città si và via via riempiendo, ma noi alle tre...

Leggi tutto »

Domenica 11 Agosto 2002

Pernottamento: Aalsmeer (Olanda)

Racconto della giornata:

Lasciamo il campeggio verso il mare, ma è una giornata brutta e passiamo oltre sia a Ijmuiden che doveva essere il centro del pesce dell’Olanda (brutti casermoni e tante fabbriche) e Zandvoort dove c’è un circuito e proprio in giornata di gare non c’è neppure un parcheggio. Proseguiamo. Dopo un veloce pranzo puntiamo diretti alla “Floriade 2002”, si tratta della più importante esibizione floro-vivaistica dell’Olanda che si tiene ogni 10 anni ad alcuni chilometri dall’aeroporto di Schipol. Dopo aver pagato 17 euro a testa e aver lasciato il povero Spillo al camper entriamo nel primo padiglione di 30000 m2 coperto da migliaia di pannelli solari. Ci sono centinaia di tipi di fiori e di composizioni e si alternano gli stand dei vari paesi sia europei che extraeuropei. Fino a qui la visita è piacevole, ma il Floriade si rivela immenso. In tre ore di cammino credo che avremo percorso circa 8 km a piedi. A parte l’inizio poi la mostra è più una forma di Expo dove i vari Paesi e le varie regioni dell’Olanda presentano la propria cultura. Alle 17,30 usciamo completamente distrutti. Andiamo direttamente verso il primo campeggio, quello di “Het Amsterdamse Bos”...

Leggi tutto »

Links utili:

Lunedì 12 Agosto 2002

Pernottamento: Loenen aan de Vecht (Olanda)

Città visitate: Aalsmeer (Olanda)

Racconto della giornata:

Sveglia presto per andare a vedere l’asta dei fiori a “Bloemenveiling Aalsmeer”. La struttura è immensa ed entrando capiamo il perché. Paghiamo il ticket (4 euro) ed entriamo. Ogni giorno qui vengono venduti 17 milioni di fiori e 2 milioni di piante durante 50.000 transazioni al giorno, in un edificio dove lavorano 12.000 persone e transitano 2.000 camion. E’ la più grande asta dei fiori d’Olanda con una quota di mercato del 45%. Dopo un’oretta di camminata sopraelevata all’interno usciamo e ci spostiamo al campeggio di “Mijnden” vicino a Loenen. Il posto è decisamente migliore, piazzole fatte bene, belle docce, non ci si sente oppressi come nel campeggio precedente. La sera mangiamo grigliata di carne al ristornate del campeggio. Non male, sicuramente le quantità erano generose.

Martedì 13 Agosto 2002

Pernottamento: Loenen aan de Vecht (Olanda)

Città visitate: Loenen aan de Vecht (Olanda)

Racconto della giornata:

Oggi fermi e al mattino, dopo colazione, facciamo un giretto per il vicino paesino dove c’è anche un mulino a vento. Dopo il riposino andiamo a fare un giro in bicicletta. In campeggio il tempo passa lentissimo e per fortuna c’è il sole altrimenti chissà che noia. Domani ci spostiamo verso Rotterdam.

Mercoledì 14 Agosto 2002

Pernottamento: Reeuwijk (Olanda)

Città visitate: Reeuwijk (Olanda)

Racconto della giornata:

Da un campeggio ad un altro, siamo passati da quello di Loenen a quello di Reeunijk. Il campeggio “Reeunijk” non lo si può definire bello. E’ creato per gli stanziali e gli spazi per i camper sono davvero pochi, le docce sono mal tenute e a pagamento e nella struttura del camping non c’è praticamente nulla. Il pomeriggio andiamo a fare una camminati che a sera è di 5 ore!! L’evento è stato il bagno inatteso di Spillo, nelle strade vicino al canale l’avevamo lasciato libero e lui nel vedere muoversi degli uccelli sull’altro lato del canale, illuso che sotto le foglie del loto ci fosse terra anziché acqua, si è buttato. Appena si è accorto è girato verso la sponda e “a cagnolino” è riuscito a uscire, aveva gli occhi increduli e nel panico, non se l’aspettava, ma se l’è cavata! Comunque niente conseguenze. La sera alle 10 tutti a dormire.

Giovedì 15 Agosto 2002

Pernottamento: Heeze (Olanda)

Città visitate: Gouda (Olanda), Heeze (Olanda), Kinderdijk (Olanda)

Racconto della giornata:

Fortunatamente ci siamo spostati da questo campeggio e alle 9 dopo soli 5 km arriviamo e parcheggiamo in Gouda, una cittadina dove ogni giovedì c’è il mercato del formaggio. La giornata è stranamente serena ed anche calda. Visitiamo il centro, molto bello: la piazza centrale si apre vasta intorno all’isolato Stadhuis, un edificio gotico-fiammeggiante del 1448, circondato da molte bancarelle che vendono di tutto dal pesce, alla frutta ed il formaggio, ma il vero punto di interesse sono le contrattazioni per la vendita delle forme di formaggio che si tiene nella piazza ogni giovedì di luglio ed agosto. E’ mezzogiorno, ma si decide ugualmente di proseguire verso Kinderdijk, il paese dove si trovano i famosi 19 mulini a vento. Per arrivarci prendiamo anche il traghetto per spostarci da una sponda all’altra del Reno. Sotto il sole andiamo verso i mulini, alle due e mezza siamo in mezzo al paese in cerca di un ristorante. Alla fine, verso le 3 ci sediamo al “Van der Valk”, ristorante dell’omonimo hotel. Si mangia discretamente della carne a 18 euro a testa senza vino, ma con dessert. Puntiamo verso sud, oltre Eindhoven, ed arriviamo ad Heeze, nel campeggio di...

Leggi tutto »

Venerdì 16 Agosto 2002

Pernottamento: Heeze (Olanda)

Racconto della giornata:

Rimaniamo fermi tutto il giorno in questo bel camping e la mattina giochiamo a tennis e dopo facciamo il bagno nella piscina, che dura pochissimo vista la temperatura dell’acqua. Il pomeriggio nulla fino alle 6 quando rigiochiamo a tennis e poi cena e docce.

Sabato 17 Agosto 2002

Pernottamento: Bad Schönborn (Germania)

Città visitate: Bad Schönborn (Germania), Maria Laach (Germania)

Racconto della giornata:

Inizia il rientro, ci si sveglia abbastanza presto e dopo una breve sosta per prendere le ultime cose al supermercato puntiamo a sud. A pranzo ci fermiamo già in Germania, a Maria Laach, è un posto carino a pochi chilometri dall’autostrada, parcheggiamo nel parcheggio a pagamento dell’abbazia e poi facciamo un giretto. Sul lago vulcanico dove si trova vediamo sull’altra sponda un campeggio che è da tenere in considerazione. Molto carino in mezzo ai boschi con una piccola spiaggia davanti alle rive del lago. Puntiamo poi per le terme di Bad Schonborn dove eravamo stati all’andata. Così alle 6 eravamo immersi nelle caldissime acque termali a rilassarci con i potenti getti di acqua delle due piscine dell’impianto. Un toccasana dopo 428 chilometri in camper.

Domenica 18 Agosto 2002

Città visitate: Buochs (Svizzera)

Racconto della giornata:

Sempre dura la giornata di rientro. A pranzo ci fermiamo a Buochs, un paesino svizzero sul lago dei Quattro Cantoni, abbiamo parcheggiato proprio a due passi da dove arriva il battello, in un parcheggio in centro, in mezzo alle case. Lì vicino c’è un parco dove tutti prendevano il sole infatti c’erano 30 gradi. Il pomeriggio alle due si riparte verso casa, facciamo il Gottardo e per le sei siamo a casa dopo 3189 chilometri e 6 pieni di diesel (264 euro).

Links utili:


Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente