Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Antonella | 07/11/2013 11/11/2013 | 4 | 1026

Alcuni giorni a Lisbona

Giovedì 07 Novembre 2013

Pernottamento: Lisbona (Portogallo)

Racconto della giornata:

Ecco alcune informazioni generali del nostro viaggio. Voliamo con la compagnia aerea portoghese TAP e soggiorniamo all’albergo Altis sito in una traversa di rua de Libertade vicino al giardino botanico (5 stelle – ci hanno assegnato praticamente un mini appartamento con cucina e soggiorno. Pulizie giornaliere incluse). Costo viaggio e pernottamento con prima colazione euro 1450 per 4 notti. Arriviamo alle 20 ora locale e prima di uscire dall'aeroporto ci procuriamo la Lisboa Card (euro 39) che ci permette di utilizzare tutti i mezzi pubblici, alcune entrate gratis in certi musei e altre scontate. Prendiamo comunque un taxi, siamo in quattro con le valige e il costo, neanche 10 euro, è modesto. Essendo piuttosto tardi consumiamo la cena in albergo alla caffetteria.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »

Venerdì 08 Novembre 2013

Pernottamento: Lisbona (Portogallo)

Racconto della giornata:

Dopo un'abbondante colazione al buffet iniziamo il nostro tour. Dall'albergo scendiamo verso Praca de Dom Petro IV o Rossio con al centro due grandi fontane e dove si trova il teatro Nazionale il nostro programma prevede un primo giro sul tipico tram 28, partenza da Largo Martin Muniz, tanto per avere una visuale d'insieme della città (la coda è costante l'attesa di circa 20')da capolinea a capolinea (scendiamo infatti al cimitero e poco metri dopo risaliamo sul mezzo) . Poiché la città è divisa in quartieri dove ognuno ha il suo centro, i suoi stili, la sua anima e i suoi monumenti, affrontiamo il primo quello dell'Alfama (dopo aver assaggiato le castagne cotte nella cenere con il sale che vendevano in piazza per 3 euro). Visitiamo il Castello de Sao Jorge che fu residenza reale all'interno giardino all'inglese; dalla terrazza vista panoramica. Poi Chiesa de Sao Vicente de Fora esternamente imponente all'interno altari con opere barocche e poi il Pantheon dove si trovano le tombe dei reali della dinastia di Braganza, la scala a chiocciola porta alla sommità e anche da qui vista panoramica. Ancora la Cattedrale Sé Patriarcal ritoccata in gusto gotico dopo il primo...

Leggi tutto »

Sabato 09 Novembre 2013

Pernottamento: Lisbona (Portogallo)

Città visitate: Lisbona (Portogallo)

Racconto della giornata:

Oggi visitiamo il Barrio Alto la collina (ce ne sono 7 in Lisbona) di fronte all'Alfama. Ci arriviamo a piedi poiché non siamo molto distanti e per primo visitiamo il giardino botanico. Ahimè che delusione forse non era stagione ma l'abbiamo trovato un po' troppo “confuso” le piante non sono valorizzate e nella serra delle farfalle ne siamo riuscite vedere solo 3 esemplari. All'uscita troviamo un “tuk” un piccolo mezzo tipo la nostra Ape e con 20 euro ci facciamo un giro di 30' attraverso le stradine del quartiere tra palazzi nobiliari e piccole case popolari che si alternano fino alla stazione ferroviaria per poi risalire nuovamente fino alla chiesa di Sau Vincente dove scendiamo per vedere la “feira de ladra” mercatino delle robe vecchie ma che non è certo diverso dai molti che si tengono nelle nostre città. Pranziamo in un localino pulito e tranquillo e poi a piedi salendo e scendendo (è tutto un sali-scendi) tra stradine che creano un reticolo tra piccoli locali e trattorie che di sera si animano andiamo verso la Baixa fermandoci prima a vistare la chiesa di Sao Roque con una facciata anonima ma con un interno opulento, il museo annesso conserva molte...

Leggi tutto »

Domenica 10 Novembre 2013

Pernottamento: Lisbona (Portogallo)

Città visitate: Lisbona (Portogallo)

Racconto della giornata:

E' domenica e oggi quartiere di Belem. Prendiamo il tram (direzione Alges) e ci dirigiamo verso la fine del Tago dove questo si butta nel mare quindi passiamo attraverso la zona portuale. Molta gente, visto anche la bella giornata, affolla questa zona c'è chi corre, chi cammina, chi va in bicicletta e chi si prende ancora gli ultimi raggi di sole. Oggi visitiamo Padrao dos Descorbrimientos cioè la scultura in pietra calcare del 1960 della prua di una caravella con scolpiti personaggi famosi di esploratori e poeti. Poi alla torre di Belem un tempo al centro del fiume, usata come dogana per accedere al porto e poi anche come prigione, dopo il terremoto il fiume è stato deviato e ora si trova sull'argine. Da qui si vede bene il ponte 25 de Abril e la statua del Cristo Rei (miniatura del Redentore di Rio di Janeiro voluta da Salazar dopo un viaggio in Brasile). Infine Monasteiro dos Jeronimos il monumento più visitato capolavoro dell'arte manuelina con un bellissimo chiostro. Forse perchè è domenica e non si paga per l'entrata dobbiamo fare la coda come pure alla Antiqua Pasteleria di Belem dove acquistiamo delle pasteis de nata a 1,05/cad. Che dicono siano le più buone di...

Leggi tutto »

Lunedì 11 Novembre 2013

Racconto della giornata:

Praticamente tra check out – valige – aeroporto – check in spendiamo così le ultime ore rimaste e con il volo delle 13 rientriamo in Italia. Città dal fascino decadente ma viva, colorata e tersa. Il poeta portoghese Fernando Pessoa diceva: non ci sono per me fiori pari al cromatismo di Lisbona sotto il sole.
Non è certo una meta da “prima scelta” però è sicuramente particolare e piacevole.

Mezzi di trasporto: « Nascondi/Mostra »


Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente