Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pubblicato da Claudio | 29/05/2009 04/06/2009 | 2 | 1589

Dubai 2009

Località visitate:

Dubai (Emirati Arabi Uniti), The Palm Jumeirah (Emirati Arabi Uniti)


Mezzi di trasporto:


Racconto del viaggio

Prenotiamo un mese prima direttamente sul sito Emirates, a 586 Euro. La compagnia degli Emirati Arabi è una delle più rinomate a livello internazionale, pluri-premiata e dotata dei più moderni aerei. Partiamo da Milano con il volo diretto delle 22.20, ma la mattina abbiamo la sorpresa della telefonata di Emirates. Ci offrono di cambiare il volo al pomeriggio o ci consigliano di arrivare prima in aeroporto perché hanno venduto più posti di quelli disponibili e quindi chi primo arriva ha il posto. Mi chiedo come sia possibile e mi dicono che la legge italiana lo consente. Alla fine partiamo una mezz’ora prima, ma tutto è normale. L’aeromobile è un Airbus A330 con configurazione 2+3+2 in Economy. I sedili sembrano vecchi, l’intrattenimento è limitato, lo spazio misero e niente colazione. Le cose buone di Emirates sono invece il bagaglio fino a 30 chili, lo schermo touch screen e l’ottima cena. Il volo è in perfetto orario e arriviamo a Dubai la mattina alle 6. Quest’anno abbiamo prenotato all’hotel IBIS che è all’interno dell’Exhibition and Convention Center di Dubai, praticamente in fiera. In aeroporto c’è uno shuttle gratuito che ci porta all’albergo. Facciamo il check-in e andiamo in camera. Fortunatamente ci lasciano entrare anche se bisognava arrivare dopo le 12. La hall è ampia e nuova, così come la zona colazione/ristorante, le camere invece ci lasciano delusi, sono molto piccole e quantomeno spartane (niente cassaforte, niente phone, niente shampoo e niente piscina). Scopro inoltre che non c’è alcun Wifi come indicato sul sito e che l’accesso a internet è a pagamento. Arrivando noto che alla fine l’Ibis è un due stelle e capisco molte cose. Forse meglio il Novotel alle spalle dell’Ibis. Lasciamo le valigie in hotel e andiamo ad allestire lo stand e verso le 11 finiamo, doccia e poi decidiamo di andare in spiaggia, al Jumeira Beach Park che dista pochi chilometri dall’albergo e che è servita la mattina da una navetta dello stesso hotel. Alle quattro del pomeriggio il caldo è insopportabile, scendendo dal taxi gli occhiali si appannano per lo sbalzo di temperatura. La spiaggia è pubblica e si pagano 5 AED per entrare (1 Euro), bisogna però stare attenti perché in alcuni giorni la spiaggia è riservata solo alle donne. Il mare è un brodino caldo. Tornati a rinfrescarci in hotel usciamo la sera per andare a Madinat Jumeirah dove c’è una ricostruzione di un souk con negozi che vendono articoli tipicamente per turisti e mangiamo in uno dei ristoranti al suo interno. Il primo giorno di fiera vola e la sera ci si sposta tutti al party organizzato dall’ente fiera presso l’hotel Sheraton alla Marina. Un immenso prato verde, con decine di palme illuminate, ospita almeno un migliaio di espositori, musica dal vivo e un ottimo buffet animano la serata. Il nostro tavolo chiude la serata con una fumata di shishia o narghilè. Lasciamo lo Sheraton che è passata abbondantemente la mezza e andiamo in uno dei bar alla Marina a bere qualcosa. Sono le tre quando rientriamo in albergo. La sera successiva andiamo a mangiare al ristorante Al Bandar, lungo il creek, nella vecchia Dubai. Un posto molto caratteristico sul lungo canale dove si mangia fuori con una piacevole brezza. Cibo arabo. Tutto molto buono e costa circa 100 AED (20 Euro) a testa. Dopo torniamo in albergo a recuperare gli altri del gruppo per andare al Fairmont, hotel poco lontano dal nostro, dove si trova il Cavalli Club, discoteca ultra fashion della città firmata dal famoso stilista italiano. E’ lunedì per cui non c’è molto movimento, ma è certo un locale di tendenza e la lista è all’altezza come prezzi. Altro giorno di fiera e quindi nuova serata fuori per Dubai, questa sera via al Dubai Mall, il nuovo centro commerciale di Dubai, inaugurato nel 2009 con oltre 1200 negozi. Davvero immenso e ci vuole almeno una giornata per visitarlo tutto con il serio rischio di perdersi per i suoi corridoi immensi. Mangiamo al suo interno una semplice pizza americana al California Pizza Kitchen e quindi ci spostiamo all’hotel Atlantis che si trova sulla punta della famosa Palma, le isolette costruite sul mare a forma appunto di palma. La hall dell’hotel è strepitosa e ricorda appunto Atlantide con un architettura sfarzosa e che riprende temi marini. Al centro una struttura di oltre 3 metri di vetri colorati davvero unica. All’interno dell’hotel si trova un acquario gigante dove si possono ammirare decine di pesci. Ci spostiamo poi nella discoteca, ma dopo poco usciamo per andare a bere qualcosa nella hall dell’hotel. Solito rientro in camera dopo le due di notte. Ultimo giorno a Dubai lo passiamo a visitare alcuni clienti in città e a pranzo ci fermiamo al Ristorante Abu Ali sulla Sheikh Zayed Road, un ottimo ristorante arabo dove si mangiano specialità locali, si fuma shishia e la sera si ascolta musica dal vivo. Tornati in albergo alle 6 facciamo la doccia e prepariamo le valigie e poi usciamo per andare al Mall of Emirates, il famoso centro commerciale con la pista da sci incorporata. Facciamo il nostro solito giro per le lussuose vetrine del centro e poi ci spostiamo per la cena. Come ultima sera a Dubai decidiamo di andare al famosissimo hotel Burj al Arab, la “Vela” a mangiare. L’albergo è un sette stelle e non ci si può accedere se non si ha almeno una prenotazione, così attraverso i nostri clienti avevamo prenotato (chiedono a copertura il numero di carta di credito) al ristorante Al Mahara. Siamo nervosi perché richiedono una serie di condizioni: dressing code per l’uomo (con camicia, pantaloni lunghi, giacca) e perché se non arrivi entro 30 minuti dalla prenotazione addebitano 100 Euro sulla carta di credito. La prenotazione è alle 22, noi siamo nella hall alle 22.05. Puntuali! La linea dell’hotel è ormai conosciuta in tutto il mondo ed è diventata simbolo di Dubai nel mondo, all’hotel si accede attraverso un ponte e all’ingresso verificano le prenotazioni. L’interno è spettacolare, l’hotel ha solo suites e di accoglie all’ingresso una fontana e lo spazio immenso della vela. Tutto è curatissimo. Andiamo verso il ristorante a cui si accede attraverso un ascensore che porta all’acquario, in quanto la caratteristica del ristorante è la possibilità di cenare davanti a decine di pesci tropicali. L’atmosfera è di super lusso e un po’ a disagio mi sento. Ci accompagnano al tavolo, siamo in quattro, ci chiedono lo champagne e gentilmente rifiutiamo. Ci chiedono se vogliamo il vino e gentilmente rifiutiamo. Capiscono con chi hanno a che fare!! E’ obbligatorio scegliere due piatti, il menù è principalmente a base di pesce, ma c’è un po’ di tutto. Scelgo zucchine al forno e risotto. Il servizio è impeccabile e la qualità del cibo è di alto livello, tra una portata e l’altra, sorbetto al lime. Pane? Non uno, ma quattro tipi diversi tra cui scegliere tra i quali quello al salmone e al formaggio. L’atmosfera è romantica, con musica di sottofondo e luci soffuse. Paghiamo circa 600 AED a testa (120 Euro) e forse conveniva andare all’altro ristorante a buffet a 425 AED. Scattiamo qualche foto e poi, per ultimi, lasciamo il locale con la sensazione di aver provato una fugace sensazione di lusso estremo. Riprendiamo il taxi che ci riporta alla realtà e al nostro Ibis. Sveglia alle sei per essere in aeroporto con un po’ di anticipo. Facciamo colazione e quindi il check-out dall’hotel. Nessuna sorpresa particolare, così alle 7 prendiamo il bus che ci porta in aeroporto al nuovo terminal della Emirates. Nessuna coda al check-in e nessun problema ai controlli. L’aereo doveva essere un 777, invece è ancora un A330. Poco male. Il volo trascorre regolare, facciamo colazione e pranzo in volo e mi guardo due film (bello “La verità è che non gli piaci abbastanza”). Arriviamo in orario a Milano, ma aspettiamo 45 minuti le valigie che almeno arrivano!!

Links utili:





Commenti Ricevuti

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Registrati adesso!

Login

Username:



Password:



Rimani connesso




Registrazione nuovo utente